Sanary-sur-Mer | 18 Agosto 2021

Da Luino a Sanary-sur-Mer: 11 ragazzi pronti a partire per ravvivare il gemellaggio grazie allo sport

Il gruppo di giovani luinesi partirà domenica alla volta della Francia accompagnato dal sindaco Bianchi e dal consigliere Tatti: “Progetto che vogliamo arricchire”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Domenica mattina, 22 agosto, dalla stazione di Luino i ragazzi del gemellaggio sportivo partiranno alla volta di Sanary-sur-Mer, la città mediterranea del dipartimento del Var (Sud-Est della Francia) gemellata con la città lacustre. Ad accompagnarli saranno il sindaco Enrico Bianchi, il consigliere comunale Libero Tatti e Francesca Di Nino, allenatrice della Luino Volley. Il primo rimarrà in loco fino a mercoledì come ospite d’onore, mentre Tatti e Di Nino saranno gli accompagnatori ufficiali dei ragazzi durante tutto il soggiorno.

Quali sono le speranze e le prospettive di questo progetto inedito per la città? “Questo progetto è il frutto di un lavoro lungo diversi mesi”, esordisce il sindaco Bianchi. “Lo scorso novembre con Sanary-sur-Mer abbiamo riallacciato un rapporto che a Luino era stato ignorato e dimenticato per un decennio. Dai nostri ‘gemelli’ abbiamo trovato grande disponibilità ed entusiasmo, nonché una realtà obiettivamente più consolidata della nostra in questo campo, forte di anni di apertura ed esperienza accumulata nelle relazioni internazionali. Da subito abbiamo però condiviso la ferma volontà non solo di ravvivare il gemellaggio, ma anche di arricchirlo e di ripensarne i contenuti e gli obiettivi”.

“Storicamente” – procede Bianchi – “i gemellaggi tra città europee nascono all’indomani della guerra come veicolo per la riconciliazione tra nazioni. Particolare attenzione (e spese annesse) venivano perciò dedicate ad incontri ufficiali tra folte delegazioni di rappresentanti comunali. Oggi siamo convinti che se da una parte la fratellanza tra popoli europei va più che mai promossa, allo stesso tempo il periodo storico e i bilanci comunali sono cambiati. Il focus deve pertanto essere ricalibrato sui cittadini stessi, e in particolar modo sui giovani, con fonti di finanziamento possibilmente reperite a livello extra-comunale ed europeo”.

“In realtà”, incalza il consigliere Tatti, organizzatore e referente sul versante luinese, “con Sanary-sur-Mer per questa estate avevamo intavolato un doppio gemellaggio: musicale e sportivo. Purtroppo siamo stati costretti a rimandare l’evento musicale a causa della pandemia. I nostri musicisti sono rimasti fermi per oltre un anno, sicché i tempi trascorsi dalla riapertura ad oggi erano troppo ristretti per permettergli di coordinarsi con gli artisti francesi in vista di un concerto comune. Ma questo è solo un rinvio alla prossima occasione”.

“Il gemellaggio sportivo”, riprende, “è l’evento che ci ha tenuti maggiormente occupati e finalmente, dopo tanti incontri, consultazioni, ostacoli amministrativi, elaborazioni e rielaborazioni, il giorno della partenza è alle porte. In tutto, 11 ragazzi del nostro territorio (5 femmine e 6 maschi) passeranno una settimana assieme ai loro coetanei francesi al Centre Azur di Sanary (https://centre-azur.fr/). Il programma concepito è davvero ricco ed originale, e con i ragazzi non mancheremo di documentarne lo svolgimento. Oltre a noi dovevano arrivare anche i giovani di Bad Säckingen, una città tedesca di confine gemellata anch’essa con Sanary-sur-Mer. Purtroppo è di pochi giorni fa la notizia che non potranno partecipare a questa edizione, avendo la Germania imposto una quarantena per chi torna dalla Francia. Questa notizia ci attrista molto, perché Bad Säckingen, con cui abbiamo sviluppato un ottimo feeling, era ovviamente la terza colonna portante del progetto”.

“In concertazione con le famiglie e il sindaco Bianchi – che tengo a ringraziare per la presenza a Sanary – abbiamo, in quanto a noi, deciso di andare avanti, adottando tuttavia ulteriori accorgimenti sanitari. – prosegue il consigliere – Così il viaggio, che doveva avvenire in treno, si farà in pullman, in modo da ridurre i rischi di contagio. Per la stessa ragione sono state annullate la visita allo storico mercato di Sanary e la gita nella vicina Marsiglia. Infine, oltre ai tamponi richiesti in entrata e in uscita dalla Francia, i nostri ragazzi faranno anche un terzo tampone salivare a metà soggiorno. Queste le precauzioni fastidiose ma necessarie per poter posare il primo, fondamentale tassello di un progetto che vogliamo consolidare, migliorare ed estendere nel corso degli anni”.

Conclude Francesca Di Nino, la giovane allenatrice della Luino Volley che, forte di un’esperienza comprovata in materia, è stata scelta per accompagnare e inquadrare i ragazzi: “Questo gemellaggio è un’opportunità fantastica per i nostri ragazzi. Collaboro da diversi anni con la società sportiva Luino Volley e ritengo che lo sport sia un collante fondamentale per i giovani, per creare legami e amicizie, ma anche per imparare il rispetto sia delle regole che del prossimo. Il gemellaggio con la città francese di Sanary-sur-Mer permette ai ragazzi di entrare in contatto con una cultura differente e di ampliare punti di vista e conoscenze. Tutto questo è reso più facile dallo sport, che verrà svolto tutti insieme. Sono davvero grata e felice di essere stata scelta come accompagnatrice e ringrazio il Comune di Luino per questa opportunità. Penso che sarà un’esperienza di crescita anche per la sottoscritta”.

Gli aggiornamenti da Sanary sono consultabili sulla pagina Instagram del gemellaggio (https://www.instagram.com/erasmus_sport/), sulla quale da qualche giorno ragazzi francesi e italiani postano i loro contenuti, nonché sulle varie pagine Facebook istituzionali.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127