EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 21 Luglio 2021

Luino, furto di gioielli: si aggrava la posizione della dottoressa

La Procura ha concluso le indagini sui fatti dello scorso marzo, contestando alla 41enne anche il reato di peculato, per un ulteriore intervento a domicilio

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

All’accusa di furto si è aggiunta quella di peculato “mediante profitto dell’errore altrui”. E’ questo il verdetto alla conclusione delle indagini preliminari, svolte dalla Procura di Varese, in relazione al caso della dottoressa arrestata a Luino lo scorso marzo, a seguito di un furto avvenuto presso l’abitazione di una coppia di anziani dove il medico – dipendente dell’Ats – aveva appena effettuato un tampone molecolare per verificare la positività al covid.

L’intervento tempestivo dei militari della città lacustre consentì di procedere al fermo della donna, misura poi revocata e sostituita con l’obbligo di firma dopo l’interrogatorio davanti al gip, sede in cui la donna confessò il furto di gioielli. Altri preziosi vennero poi trovati presso l’abitazione del medico. Considerati di dubbia provenienza, sono stati oggetto di indagine ma grazie ad una minuziosa ricostruzione, l’ipotesi che fossero il “bottino” di ulteriori furti è stata scartata.

Gli accertamenti svolti, tuttavia, hanno consentito agli inquirenti di individuare una nuova ipotesi di reato – quella di peculato, appunto – legata al coinvolgimento di una ulteriore persona, una paziente a cui sarebbero stati sottratti dei soldi in occasione di una visita domiciliare.

Le carte contenenti gli atti d’indagine – sulla base dei quali la Procura potrebbe chiedere il rinvio a giudizio – sono in mano agli avvocati Giorgio De Vincenti e Andrea Toppi, difensori della donna che a seguito dell’episodio ha presentato le proprie dimissioni all’Agenzia per la Tutela della Salute, che durante i mesi più duri dell’emergenza pandemica le aveva assegnato il ruolo di operatore all’interno delle Usca, Unità speciali di continuità assistenziale, team istituiti appositamente per gli interventi a domicilio finalizzati all’assistenza dei pazienti colpiti dal virus.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127