EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 17 Luglio 2021

Covid, Green Pass: sì al potenziamento ma solo per i trasporti

Maggioranza sempre più divisa sull'estensione a ristoranti e bar. Decisioni vincolate all'andamento dei contagi, il potenziamento potrebbe partire da treni e aerei

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Sul potenziamento del green pass per una migliore gestione dei flussi di persone nei luoghi maggiormente affollati, Governo e Comitato tecnico scientifico potrebbero trovare un primo punto di incontro già all’inizio della prossima settimana.

La cabina di regia, prevista per lunedì o al massimo martedì, dovrebbe aiutare in questo senso a definire una linea, che secondo le previsioni attuali sarà meno stringente del modello adottato in Francia, dove il pass è stato annunciato come requisito fondamentale per poter continuare a frequentare bar e ristoranti.

In Italia non si arriverà a tanto, perlomeno non subito. Molto dipenderà dalla situazione contagi, e i contagi sono in aumento (anche se il numero delle ospedalizzazioni rimane contenuto). L’ipotesi più quotata è quella di un passaggio all’obbligatorietà del pass – attualmente previsto per l’accesso ad eventi sportivi e culturali e per la partecipazione a banchetti e cerimonie – anche per treni e aerei, con l’impegno a valutare un possibile impiego per velocizzare i tempi delle riaperture delle discoteche.

Secondo questa previsione, dunque, bar e ristoranti risulterebbero almeno per il momento esclusi dalla stretta che, stando alle parole pronunciate nelle scorse ore da diversi esponenti di Movimento cinque stelle, Lega e Fratelli d’Italia, danneggerebbe in modo inaccettabile la ripresa, senza contare gli aspetti legati alla privacy e alla libertà delle persone. Più orientata alla valutazione del potenziamento del pass è invece la posizione del Pd e in parte di Italia viva, a dimostrazione di quanto la questione sia divisiva.

Ad oggi il green pass può essere richiesto quindici giorni dopo la prima dose di vaccino anti Covid. Anche le tempistiche per ricevere la documentazione potrebbero cambiare, con uno slittamento oltre la seconda dose.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127