EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 16 Luglio 2021

Vaccinazioni anti Covid: “Nel Varesotto dati in linea con la media regionale”

I numeri rispecchiano le aspettative dell'Ats, che ora punta a intercettare tutti gli over 60 e a preparare il terreno per le scuole, rivolgendosi ad alunni e docenti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sono confortanti e in linea con la media regionale i dati sulle vaccinazioni anti Covid riguardanti le province di Varese e Como.

Gli hub territoriali proseguono a pieno ritmo l’attività e sono 549mila i cittadini che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino: cifra che corrisponde al 72% della popolazione. Il livello delle seconde dosi effettuate è invece pari al 43%.

Guardando i dati sotto il profilo delle fasce d’età, è dell’86% la copertura fino a qui assicurata agli over 60. All’appello mancano circa 62mila persone, collocate in cima alla lista delle priorità di Ats Insubria e delle Asst locali. “Proprio su questo fronte stiamo promuovendo l’accesso diretto alle persone sopra i sessant’anni, almeno fino alla fine di luglio – spiega la dottoressa Ester Poncato, responsabile della programmazione della campagna vaccinale per Ats -. Stiamo cercando di coinvolgere il più possibile sindaci e medici di base per aumentare la sensibilizzazione e spiegare a tutti ciò che rende la vaccinazione una scelta saggia”.

Nei primi tre giorni di accesso diretto – ovvero senza prenotazione – gli hub territoriali hanno conteggiato l’accesso di 380 ultrasessantenni, tutti vaccinati con Janssen, antidoto monodose. Una risposta di gran lunga più soddisfacente, stando al parere della responsabile Ats, rispetto all’analoga iniziativa lanciata ad inizio giugno nei piccoli comuni, durante i fine settimana.

Al fine di potenziare la campagna, Ats ha in programma due ulteriori proposte. La prima, in partenza proprio in queste ore, riguarda l’immunizzazione del personale scolastico – docenti e operatori – per “preparare il campo” in vista di settembre, quando la sicurezza delle aule, intese come luoghi anti contagio, tornerà ad essere requisito fondamentale per non dover nuovamente ricorrere alla didattica a distanza, già rivelatasi un vero e proprio incubo in tanti contesti. Questo sportello, sempre con accesso diretto, sarà a disposizione presso gli hub delle asst fino a mercoledì prossimo, 21 luglio. Ai vaccinandi basterà presentarsi muniti di tessera sanitaria e di una auto dichiarazione che attesti il loro status di docenti o operatori.

“Per il personale delle scuole è stato scelto il vaccino Moderna – aggiunge la dottoressa Poncato -. Abbiamo circa 44mila insegnanti e operatori da intercettare prima di settembre”. La seconda iniziativa, sempre proiettata alla tenuta degli ambienti scolastici dal punto di vista della lotta al coronavirus, e col pensiero rivolto all’inizio del prossimo anno, è dedicata ai ragazzi tra i dodici e i diciassette anni. “Gli hub ospiteranno un apposito slot per gli studenti – sottolinea in conclusione la responsabile -. In questi spazi, dal 23 agosto, verrà somministrata la prima dose di vaccino. La seconda, riducendo i tempi per il richiamo, verrà fornita a ridosso dell’apertura delle scuole, durante la prima settimana di settembre”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127