EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Curiglia con Monteviasco | 15 Giugno 2021

Funivia di Monteviasco, finalmente l’Ustif autorizza progetto e lavori

Lo scorso weekend l'impianto è stato rimesso in funzione. La prima volta dopo l'incidente del novembre 2018. Necessaria altra documentazione integrante al progetto

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ad oltre due anni e mezzo dalla tragedia che ha causato la morte di Silvano Dellea, durante un intervento di manutenzione, pare finalmente sia arrivato il momento in cui la funivia, che collega Ponte di Piero alla splendida località di Monteviasco, venga rimessa in funzione.

Nella giornata di ieri, infatti, il Comune di Curiglia con Monteviasco e la sindaca Nora Sahnane hanno ricevuto l’autorizzazione, da parte dell’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (USTIF), organo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per l’ok al progetto presentato nelle scorse settimane dalla ditta incaricata, la Doppelmayr Italia S.r.l., la stessa che ha realizzato l’impianto della funivia di Monteviasco nel 1989.

Nel frattempo, lo scorso weekend l’impianto di risalita è stato rimesso in funzione per alcune verifiche propedeutiche ai lavori che verranno svolti: non solo si è mossa l’unica cabina presente, sotto lo sguardo di tanti turisti che camminavano lungo la mulattiera verso il borgo, ma sono stati accesi i quadri elettrici della funivia.

“Oltre al nulla osta per l’avvio dei lavori, utili per far ripartire l’impianto di risalita, l’USTIF ha richiesto un’integrazione documentale al progetto – commenta la sindaca Sahnane -. Non abbiamo ancora tempi definiti sull’inizio dei lavori, ma siamo soddisfatti perchè l’USTIF ha autorizzato il progetto e, quindi, finalmente inizierà l’intervento che permetterà di far ripartire la funivia. Solo attraverso queste puntuali verifiche, come avvenuto nello scorso weekend, riusciremo ad avere contezza dei lavori da svolgere”.

Intanto, con l’arrivo del caldo, già da alcune settimane il borgo sta ospitando decine e decine di appassionati e di turisti che, nonostante gli oltre 1200 gradini da percorrere, sono tornati a Monteviasco per visitare stradine e panorami, lasciandosi sedurre dal silenzio e dalla natura circostanza. L’auspicio è quello di tornare a vedere questa splendida località di montagna a brillare come in passato, nel più breve tempo possibile.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127