EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Cuveglio | 8 Giugno 2021

Cuveglio, tremila anime e un solo medico di base

L'imminente pensionamento del dottor Sassi porterà ad una ridistribuzione degli assistiti sul territorio. Anche fuori dal Comune. Da Ats: "Nessuno resterà scoperto"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Con il pensionamento ormai prossimo del dottor Giuseppe Sassi, molti abitanti di Cuveglio saranno costretti ad avviare le pratiche per affidarsi ad un nuovo medico di base.

La questione è rilevante all’interno della comunità della valle, considerando che il dottor Sassi, originario di Duno, è da parecchi anni – e lo sarà fino al 26 giugno – un punto di riferimento per tante famiglie. “Quando la sua attività sarà finita, in paese resterà soltanto un medico di base” ha fatto notare qualcuno, mettendo le mani avanti rispetto ad una condizione fisiologicamente inevitabile.

In un paese con poco più di tremila residenti e un solo medico di base in attività, non tutti potranno mantenere il proprio riferimento ambulatoriale “a due passi da casa“. Ats Insubria, tramite una lettera, ha già provveduto a contattare i pazienti dello stimato medico, vicino al suo ultimo giorno di servizio, per organizzare lo spostamento degli assistiti.

Gli ambulatori consigliati si trovano a Casalzuigno, Masciago Primo, Rancio e Cassano. I medici di base che operano in questi comuni aumenteranno il carico – assicurano da ATS – affinché i cuvegliesi possano trovare in breve tempo una soluzione nel raggio di pochi chilometri. In altre parole, tutti coloro che dalla fine di giugno resteranno “scoperti”, avranno la possibilità di affidarsi ancora ad un medico del territorio.

La criticità è ovviamente nota all’interno del palazzo comunale, dove il sindaco Francesco Paglia rilancia una proposta già valutata tempo fa: “Come Comune – afferma il primo cittadino – siamo disponibili a indicare delle soluzioni per allestire un nuovo ambulatorio in paese”. Una risorsa aggiuntiva che potrebbe tornare utile, in termini logistici, una volta conclusa la ridistribuzione di quei pazienti che dall’inizio di luglio saranno obbligati a rivolgersi ad un altro medico di fiducia.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127