EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Società | 4 Giugno 2021

Ambiente e smog: quali sono i fattori che contribuiscono all’inquinamento

Una grande fetta di responsabilità è attribuibile anche ai comportamenti delle persone, alla cosiddetta responsabilità civile. Ecco la situazione nel dettaglio

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Le principali cause di inquinamento atmosferico sono legate all’accensione dei combustibili fossili (carbone, petrolio e gas). La combustione di queste materie prime avviene principalmente durante la produzione o il funzionamento dei settori industriale e dei trasporti terrestri. Ma una grande fetta di responsabilità è attribuibile anche ai comportamenti delle persone, alla cosiddetta responsabilità civile.

Il cambiamento delle abitudini di vita, il miglioramento della qualità dell’aria, la transizione energetica e l’adattamento ai cambiamenti climatici sono strettamente collegati. Le azioni volte a ridurre il consumo di energia e le emissioni di gas serra hanno generalmente un effetto positivo sulle emissioni locali di inquinanti atmosferici.

Impatti delle attività umane sul clima e sulla qualità dell’aria

Le attività umane sono la fonte di emissioni di gas serra come anidride carbonica (CO2), metano (CH4), protossido di azoto (N2O) e gas fluorurati. La CO2 viene emessa principalmente durante la combustione di combustibili fossili (petrolio, gas, carbone) ma anche altre attività emettono gas serra: colture e bestiame in agricoltura, sistemi di refrigerazione e alcune attività industriali (cementifici, ecc.).

L’aumento della concentrazione di gas serra nell’atmosfera è responsabile dei cambiamenti climatici globali a lungo termine che possono influenzare le condizioni di vita e la salute di alcune popolazioni del pianeta: impatto sui raccolti agricoli, aumento della frequenza e dell’intensità di alcune condizioni meteorologiche avverse fenomeni, ecc.

I gas serra non contribuiscono tutti allo stesso modo all’effetto serra. Alcuni hanno un potere riscaldante maggiore di altri perché hanno una durata di vita nell’atmosfera molto più lunga rispetto alla CO2. Le attività umane (trasporti, riscaldamento, industria, ecc.) producono inquinanti atmosferici come particelle sospese o ossidi di azoto. Questi inquinanti influiscono localmente sulla salute delle popolazioni. In generale, le popolazioni più esposte all’inquinamento atmosferico risiedono nei centri urbani di grandi agglomerati o lungo le principali arterie stradali.

Il fumo di sigaretta danneggia l’ambiente

A proposito del contributo determinante all’inquinamento atmosferico dato dalle cattive abitudini dell’uomo troviamo ai vertici l’abuso delle sigarette tradizionali. Dalla coltivazione al consumo, il tabacco lascia un segno dannoso sul pianeta. Ha un impatto importante sulla deforestazione e sull’inquinamento.

La produzione di sigarette distrugge le foreste. Per coltivare ed essiccare il tabacco, viene abbattuto un numero impressionante di alberi. Le sostanze chimiche utilizzate nella coltivazione del tabacco degradano il suolo, costringendo i coltivatori a liberare continuamente nuove aree. La scomparsa delle foreste distrugge molti ecosistemi, oltre a impedire alle persone di coltivare cibo su terreni danneggiati dal tabacco.

Ogni anno, 200.000 ettari di foreste vengono abbattuti a causa della coltivazione del tabacco. Un albero viene perso ogni 300 sigarette / 1,5 cartine prodotte. L’essiccazione delle foglie di tabacco rilascia gas inquinanti che contribuiscono al riscaldamento globale.

Le sigarette inquinano l’aria, l’acqua e il suolo. L’intero ciclo di vita del tabacco inquina l’ambiente. Quando viene coltivato, vengono utilizzate grandi quantità di fertilizzanti e pesticidi. Quando è acceso per il consumo, rilascia nell’aria sostanze tossiche. Infine, quando viene scartato, i suoi componenti si diluiscono in acqua e terreno. Il fumo avvelena le risorse naturali del pianeta e, allo stesso tempo, mette a rischio la vita di varie specie animali.

A sradicare questo paradigma intervengono le sigarette elettroniche, come quelle presenti nello shop online Vape in Italy, il cui effetto sull’ambiente circostante è stato sottoposto ad uno studio da parte dei ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo (Csic) i quali hanno definitivamente sentenziato che “l’attività di svapo non ha aumentato la presenza di sostanze inquinanti nell’aria e che nei casi in cui sono stati osservati aumenti le concentrazioni erano basse”.

Quali settori di attività sono responsabili dell’effetto serra?

Conoscere le fonti all’origine delle emissioni di gas serra è fondamentale per identificare i settori di attività sui quali agire in via prioritaria.

Gli esseri umani non sono gli unici colpiti dall’inquinamento atmosferico, anche piante, animali ed edifici possono essere colpiti dallo stesso. Gli effetti dell’inquinamento atmosferico sull’ambiente possono essere avvertiti a diverse scale geografiche.

Alterazioni dell’ecosistema

Gli inquinanti atmosferici acuti o cronici hanno un forte impatto sulle colture e sugli ecosistemi. Occasionalmente, ad esempio durante forti episodi di inquinamento da ozono, sulle foglie degli alberi compaiono necrosi o macchie. Durante un periodo di esposizione prolungata all’ozono, si osserva un indebolimento degli organismi e un forte rallentamento della crescita, che in ultima analisi influisce sulle colture agricole.

Gli inquinanti possono anche percorrere grandi distanze e raggiungere ecosistemi sensibili. Sotto l’effetto degli ossidi di azoto (NOx) e dell’anidride solforosa (SO2), la pioggia, la neve e la nebbia diventano più acide e alterano terreni e fiumi (perdita di nutrienti minerali). Questi contributi creano uno squilibrio nell’ecosistema. Questa trasformazione dell’ambiente si traduce generalmente in un impoverimento della biodiversità e quindi in un’interruzione del funzionamento generale degli ecosistemi.

Argomenti: , ,

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127