EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 4 Maggio 2021

Decreto Sostegni, taglio dei costi fissi per pubblici esercizi e turismo

Approvate in Senato una serie di misure pro ristoratori volute dal Pd, Alfieri: "Accolte diverse richieste avanzate dalle associazioni di categoria". Ecco quali

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Si è chiusa ieri in serata la votazione al Senato sugli emendamenti al “Decreto sostegni uno“, fase che ha portato alla approvazione della proposta, firmata dal Partito democratico, di aumentare le risorse disponibili per le misure in favore dei pubblici esercizi e del turismo.

Risorse che salgono da 550 a 770 milioni di euro circa, fondi che verranno investiti prima di tutto nel taglio dei costi fissi per le imprese del settore (tra cui bar e ristoranti).

“Si tratta di una richiesta che era emersa anche negli incontri avuti con le associazioni di categoria del nostro territorio – commenta Alessandro Alfieri, senatore varesino del Partito democratico -. Nel dettaglio siamo giunti ad approvare l’esenzione totale della prima rata Imu, l’esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico fino al 31 dicembre, l’esenzione dell’Irpef sui canoni di locazione non percepiti e l’esenzione del canone Rai per i locali che hanno tenuto chiuso in questo periodo”.

Ai provvedimenti elencati si aggiunge anche la proroga Irap al 30 settembre e l’intervento sulle misure d’allerta per abbattere l’impatto dell’entrata in vigore del Codice crisi d’impresa.

“Ci sono poi una serie di norme – continua Alfieri -, penso a quella sul finanziamento per il completamento dei tre cicli per i dottorandi, al rifinanziamento del fondo per le società sportive dilettantistiche, agli aiuti per il comparto dei bus turistici e per quello delle tv private che non hanno avuto raccolta pubblicitaria, oltre a quello per le start up, che possono essere una boccata di ossigeno per tante aziende”.

Dal gruppo dem è inoltre partita la richiesta, diretta al governo, di inserire nel prossimo Decreto sostegni altre misure, considerate ugualmente prioritarie, che non hanno trovato spazio tra le righe del decreto in fase di approvazione: credito d’imposta per le locazioni commerciali, esonero  della Tari con finanziamento compensativo ai Comuni e iniziative incentrate sul tema del costo dell’energia e sulle risorse ai Comuni per il sostegno alle famiglie in difficoltà.

“Parallelamente il Partito democratico al Senato – ha sottolineato in conclusione Alfieri – ha indicato come prioritario un intervento per supportare le famiglie e i ragazzi rispetto alle situazioni di disagio psicologico create dalla lunga permanenza in casa dovuta al lockdown”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127