EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 25 Aprile 2021

Covid, Comuni di frontiera e ingressi dall’estero: “Al lavoro per l’ok agli spostamenti”

I tecnici degli Esteri e del ministero della Salute stanno riscrivendo le normative di riferimento, Invidia (M5S): "No a criteri eccessivamente limitanti"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

“Gli Esteri, in collaborazione con il Ministero della Salute, sono al lavoro per consentire momenti di spostamento nell’arco della giornata verso i comuni di frontiera”. E’ quanto si apprende da una nota firmata dal deputato del Movimento cinque stelle Niccolò Invidia.

L’obiettivo delle trattative è quello di stabilire un limite facilmente riconoscibile per consentire tali spostamenti, considerati di vitale importanza per l’economia locale.

“Purtroppo il decreto legge di recente approvazione non rinnova l’ordinanza del 2 e 16 aprile sugli ingressi dall’estero – ricorda il deputato tramite la nota – e quindi tutto rimane invariato fino al 30 aprile. Occorre attendere l’adozione delle nuove ordinanze su cui i tecnici degli Esteri sono al lavoro. E’ chiaro a tutti che la situazione attuale è un garbuglio ingiustificabile“.

L’impiego di criteri non eccessivamente limitanti per gli spostamenti, in questa fase di riscrittura delle normative di riferimento, è un’altra delle priorità portate in primo piano da Invidia, che conclude: “Al riguardo abbiamo suggerito la possibilità di usare direttamente il criterio della provincia di confine presentando un’autocertificazione per bypassare direttamente definizioni territoriali di difficile applicazione”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127