EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Italia | 22 Aprile 2021

Covid, approvato il nuovo decreto: da lunedì si riapre. Ecco tutte le novità

Tornano le zone gialle, si riaprono le porte di cinema, teatri, bar e ristoranti. Fissato l'orario del coprifuoco fino al 31 maggio: non oltre le 22. Siete d'accordo?

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il ritorno alla normalità – se di normalità si può parlare – sembra un po’ più vicino: ieri, mercoledì 21 aprile, il Governo ha infatti dato la sua approvazione al nuovo “Decreto Riaperture”, che resterà in vigore fino al prossimo 31 luglio.

La battaglia politica sull’orario del coprifuoco ha visto prevalere la linea che ne prevede il mantenimento alle 22, perlomeno fino al prossimo 31 maggio. Da quella data in avanti, in base a come procederà la situazione epidemiologica, qualcosa potrebbe cambiare.

I principali punti del decreto legge riguardano le attività caratterizzate da un maggior livello di socialità, ovvero quelle che, per cercare di impedire il più possibile il diffondersi del Covid-19, sono rimaste molto frenate e bloccate per diversi mesi.

A partire da lunedì 26 aprile, con il reintegro delle zone gialle, saranno possibili gli spostamenti tra Regioni e Province Autonome che appartengono a questa fascia (o a quella bianca). Le visite ad amici e parenti, fino al 15 giugno, sono consentite in un massimo di 4 persone, non più 2, sia in zona gialla che arancione. Per viaggiare (anche per turismo) in territori che si trovano in fascia rossa o arancione occorrerà essere in possesso della cosiddetta “certificazione verde”.

Si tratta di un documento che indicherà il completamento del ciclo di vaccinazione, l’avvenuta guarigione dal Covid-19 o la negatività a un test rapido o molecolare entro le 48 ore dallo spostamento e che varrà – tranne in quest’ultimo caso, ovviamente – 6 mesi a partire dalla data di rilascio. A rilasciarlo saranno i medici di medicina generale o dei presidi ospedalieri nei quali si è stati ricoverati, le équipe vaccinali o le strutture che effettuano i tamponi. Inizialmente sarà cartaceo e rilasciato a livello nazionale, ma nei prossimi mesi dovrebbe entrare in vigore la versione dell’Unione Europea, già presentata, e cambiare formato, diventando così digitale.

Rientro in classe per tutti gli alunni, fino alle superiori: in fascia rossa lezioni presenza per una percentuale variabile fra il 50% e il 75% e in quelle arancione e gialla tra il 70% e il 100%. Per quanto riguarda le università, fino al 31 luglio le lezioni sono previste prioritariamente in presenza.

Gli esercizi commerciali del settore della ristorazione potranno riaprire da lunedì sia a pranzo sia a cena, ma unicamente all’aperto. Dal 1 giugno sarà possibile ospitare la propria clientela anche all’interno dei locali.

Sempre da lunedì via libera anche alla riapertura di cinema, teatri, live club e sale da concerto con posti preassegnati a un metro di distanza l’uno dall’altro e capienza massima pari al 50% di quella abituale, con non più di 500 persone al chiuso e 1000 all’aperto. In base all’andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei luoghi all’esterno, potrebbero essere consentiti più di 1000 spettatori.

Per assistere agli eventi sportivi agonistici, invece, bisognerà attendere fino al 1 giugno. In questo caso la capienza massima consentita sarà pari al 25%, ma il numero limite degli spettatori sarà uguale a quello imposto per i luoghi della cultura.

Per quanto riguarda lo svolgimento di attività sportive, da lunedì possono finalmente ripartire anche quelle di contatto, mentre bisognerà attendere il 15 maggio per la riapertura delle piscine all’aperto e il 1 giugno per quella delle palestre.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127