Roma | 16 Aprile 2021

Covid, approvato il diritto alla disconnessione in smart working

"Con l'ok all'emendamento sul diritto alla disconnessione, nuovo passo avanti per i diritti dei lavoratori", spiega Niccolò Invidia, Capogruppo Commissione Lavoro M5S

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

E’ stato approvato in data 15 aprile, dalle Commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera, una modifica al decreto Covid, che permette il “diritto alla disconnessione” per chi lavora in Smart working.

Questo nuovo emendamento permette “alla lavoratrice o al lavoratore che svolge l’attività in modalità agile il diritto alla disconnessione dalle strumentazioni tecnologiche e dalle piattaforme informatiche, nel rispetto degli eventuali accordi sottoscritti dalle parti e fatti salvi eventuali periodi di reperibilità concordati”, ma “non può avere ripercussioni sul rapporto di lavoro o sui trattamenti retributivi”.

Il Capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Lavoro, Niccolò Invidia, afferma: “È un passo importante sul fronte dei diritti dei lavoratori e nell’ottica di un aggiornamento della disciplina del lavoro agile, anche e soprattutto alla luce di quanto è avvenuto durante la pandemia”.

L’approvazione di questa riforma concede infatti il diritto alla disconnessione al lavoratore con un figlio minore di 16 anni in didattica a distanza che, alternativamente all’altro genitore, svolge l’attività in modalità agile.

“Sono molto soddisfatto perché in questo modo non solo tuteliamo i tempi di riposo e la salute del lavoratore, ma lo facciamo senza che vi siano ripercussioni sul rapporto di lavoro o sui trattamenti retributivi. Superata la fase dell’emergenza, sul tema sarà necessario confrontarsi per far sì che questo diritto venga riconosciuto a tutti in modo stabile, ma intanto sono felice che, per la prima volta nella legge italiana, si parla di “diritto alla disconnessione”, conclude così il capogruppo Niccolò Invidia.

L’emendamento è infatti in linea con l’orientamento del Parlamento europeo che a gennaio ha richiesto una  legge comunitaria che garantisca ai lavoratori il diritto alla disconnessione digitale senza incorrere in ripercussioni negative da parte dei datori di lavoro.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127