EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 12 Aprile 2021

Rapina in villa a Laveno, a processo un quarantenne

Si tratta di un immigrato ghanese senza permesso, che dal carcere ha ammesso di aver agito per il disperato bisogno di soldi. Di circa 50 mila euro il bottino

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

E’ iniziato nei giorni scorsi in tribunale a Varese il processo al quarantenne originario del Ghana accusato di essere il responsabile di una rapina in villa avvenuta a Laveno nel febbraio dello scorso anno.

Come riporta il quotidiano La Prealpina, il furto si era consumato mentre la padrona di casa si trovava in ospedale, ricoverata, circostanza che consentì ai ladri di agire indisturbati. Ingente il bottino, quantificato in circa cinquantamila euro tra quadri, argenteria, gioielli, abiti, televisori  e numerosi altri oggetti, caricati su un furgone giunto a Laveno da Milano e poi ripartito verso la città, dove la merce era stata poi venduta.

Di 3.500 euro il compenso ottenuto dall’autore materiale del furto, che in video collegamento dal carcere ha affermato di aver agito in funzione del disperato bisogno di soldi per fronteggiare le difficoltà familiari, precipitate a causa di un imminente sfratto.

Determinante nell’ambito delle indagini, condotte dai carabinieri di Luino, il ritrovamento di alcuni mozziconi di sigarette e di tracce di sangue all’interno della villa, da cui è stato estrapolato il profilo genetico dell’uomo.

“Profilo riconosciuto perché già schedato in un precedente furto in abitazione, sempre a Laveno – si legge sulle pagine de La Prealpina -. Secondo gli inquirenti, il ghanese non era solo in quella villa: con lui c’era un altro individuo, mai identificato. Ma l’extracomunitario (privo di permesso di soggiorno, ha chiesto asilo politico) si è assunto tutta la responsabilità, negando di aver forzato o infranto porte e finestre. ‘Ho trovato il cancello aperto – ha raccontato l’immigrato, difeso dall’avvocato Corrado Viazzo – e sono entrato dalla lavanderia. Ho fatto tutto da solo'”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127