EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lombardia | 1 Aprile 2021

Vaccinazione massiva, da domani via alle prenotazioni con Poste Italiane

Il nuovo sistema di prenotazione sarà strutturato su quattro canali diversi ed è basato su un algoritmo che minimizzerà distanza con hub vaccinale. Ecco i dettagli

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Partirà domani, venerdì 2 aprile, il nuovo sistema di prenotazione di Regione Lombardia in collaborazione con Poste Italiane, per la vaccinazione massiva anti-Covid dei cittadini lombardi. Si comincerà con i lombardi tra i 75 e i 79 anni e, successivamente, si sbloccheranno gli appuntamenti per le altre fasce d’età.

L’iniziativa è stata presentata oggi dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, dalla vicepresidente Letizia Moratti, insieme al responsabile Technology and Operation di Poste Italiane Mirko Mischiatti. Con loro anche il responsabile della campagna vaccinale Guido Bertolaso.

“Abbiamo presentato il piano vaccinale massivo e il programma posto in essere da Poste Italiane con la nuova piattaforma che sarà operativa dal 2 aprile. È una notizia che reputo molto positiva”, ha affermato il governatore Fontana. “Abbiamo appreso dalle parole del generale Figliuolo e del capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio che c’è coerenza tra il nostro programma e quello del Governo. Anche questa è una buona notizia. Si tratta di un programma – ha precisato – che era stato preparato da parecchio tempo e coinvolgeva in maniera diretta la Protezione Civile. Guido Bertolaso lo ha recepito e ampliato ulteriormente”.

“Ad oggi – ha ricordato Fontana – sono stati erogati 1.629.000 dosi di vaccino e il 63% degli over 80 ha ricevuto almeno una dose e il 28% anche una seconda dose. Stiamo dunque procedendo in maniera positiva e siamo confidenti che presto arriveranno maggiori quantità di vaccino necessarie ad affrontare la fase della vaccinazione massiva, cruciale per il futuro prossimo della nostra Regione”.

Quello messo in campo da Poste Italiane su indicazione del governo lombardo, sarà un portale creato specificamente per Regione Lombardia e dedicato agli utenti lombardi che si sottoporranno alla vaccinazione massiva: “Si tratta di un’infrastruttura dinamica, – ha spiegato Mirko Mischiatti di Poste Italiane – una piattaforma modulare sviluppata per gestire grandi volumi di traffico. Utilizza un linguaggio e delle tecnologie innovative ed è funzionale al numero di utenti che andranno ad accedervi. Importante è inoltre l’integrazione tra la piattaforma dell’Esercito che gestisce l’approvvigionamento dei vaccini e la piattaforma di Regione Lombardia. Questo infatti  aiuterà a garantire un controllo più attento all’intero ciclo della vaccinazione. La prenotazione digitale, inoltre, è svolta attraverso un algoritmo che tende a minimizzare la distanza tra utenti e centri vaccinali”.

La prenotazione è strutturata su quattro canali differenti. Il primo è il canale digitale che spiega la modalità di prenotazione (www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it) online dal 2 aprile. Il secondo prevede la prenotazione tramite call center (800 894 545). Il terzo riguarda la rete capillare dei 1.083 Postamat (presenti sul territorio regionale lombardo), da fruire con la tessera sanitaria. Il quarto, infine, si riferisce alla rete degli oltre 4.000 portalettere presenti in Lombardia. I postini rilasceranno quindi la ricevuta necessaria all’utente per presentarsi al centro di erogazione dei vaccini. La prenotazione è diretta e non necessita di una pre-adesione.

Per un ulteriore supporto al procedimento, è possibile visualizzare il pdf con le indicazioni cliccando qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127