EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 25 Febbraio 2021

Luino, “Indicazioni obbligatorie in viale Dante per evitare gravi incidenti”

Ad affermarlo è l'assessore alla Polizia locale, Ivan Martinelli. Al vaglio dell'amministrazione alcune modifiche alla circolazione in sperimentazione"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Disporre divieti di svolta per evitare il verificarsi di incidenti. È questo quello che sta pensando il Comune di Luino, ad alcuni giorni dalla tragedia avvenuta sulla 394, tra viale Dante e via Lido, dove ha perso la vita Donato Bianco, 28enne residente a Lomazzo, in provincia di Como, dopo essersi scontrato con una Polo Volkswagen guidata da un 63enne luinese. Oggi sono tanti gli interrogativi che circolano nella città lacustre.

La strada statale, infatti, da tempo è oggetto di richieste per migliorare la sicurezza da parte dei cittadini dei tanti paesi su quali insiste, visto che è oggetto di numerosi incidenti da Zenna fino a Varese. A Luino, però, la nuova amministrazione, guidata dal sindaco Enrico Bianchi, anche prima dell’incidente mortale, aveva preso in considerazione le criticità, legate non solo al traffico in relazione ai cantieri di Anas lungo i viadotti nei pressi di Colmegna, ma anche per la situazione che si presenta ogni primavera ed estate con l’arrivo dei turisti e il grande flusso di automobili sul territorio.

“Dall’inizio dell’anno – commenta l’assessore alla Polizia locale, Ivan Martinelli -, stiamo studiando insieme alla comandante Elvira Ippoliti e agli uffici comunali, di sperimentare alcune modifiche alla circolazione all’incrocio tra viale Dante e via Lido, che si trova sulla statale 394, strada molto trafficata soprattutto in questo periodo”.

L’incidente è solo l’ultimo avvenuto in ordine cronologico in questi anni. “Questo tragico accadimento – continua Martinelli – ha solo evidenziato ulteriormente un problema che dura da anni. L’idea che abbiamo e che vogliamo sperimentare è quella di rendere obbligatoria la svolta a destra per chi, da via Lido, si vuole immettere sulla statale, e allo stesso tempo per raggiungere via Lido da Germignaga far percorrere obbligatoriamente la ‘rotonda del Marinaio’ e tornare indietro”.

Una delle richieste dai cittadini all’amministrazione, soprattutto sui social network, è quella di realizzare una rotonda in quello specifico tratto di strada. “Non c’è il calibro per la costruzione di una rotatoria – prosegue ancora Martinelli -. Abbiamo studiato le dimensioni e gli spazi, ma sarebbe impensabile. In primis dovremmo intervenire sulla proprietà privata, e in secondo luogo sarebbe irragionevole realizzare una rotonda a ridosso di altre due, quella della Ratti e quella di viale Amendola”.

Insomma, allo studio vi sono diverse ipotesi, ma l’obiettivo rimane uno solo: vale a dire quello di rendere più sicura la strada per automobili, moto e pedoni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127