EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 18 Febbraio 2021

Vaccinazioni anti-Covid, “Oggi a Varese anziani assembrati in coda, necessaria migliore organizzazione”

Immediate le scuse da parte dell’ASST per quanto avvenuto questa mattina all’avvio del servizio. Astuti (Pd): “Era prevedibile. Regione deve cambiare marcia”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

È entrata nel vivo anche all’Ospedale di Circolo di Varese la fase 1 ter della vaccinazione anti-Covid: da questa mattina, infatti, ha preso il via la somministrazione delle prime dosi del vaccino Pfizer agli over 80, negli spazi al piano terreno del Padiglione Centrale.

Le immagini e i post circolati fin dalle prime ore del mattino sui social network hanno evidenziato alcune criticità, mostrando lunghe file di anziani in attesa: in seguito a quanto verificatosi, la Direzione aziendale dell’ASST dei Sette Laghi ha espresso immediatamente le proprie scuse per i disagi avvenuti all’avvio dell’attività.

Nello stesso tempo l’ASST ha voluto indirizzare il proprio ringraziamento “ai tanti, vaccinandi e accompagnatori, che hanno dimostrato comprensione e riconoscenza nei confronti degli operatori che, questa mattina, ancora una volta, hanno saputo dare il massimo, permettendo in meno di due ore di vaccinare 150 anziani”. Alle 10, poi, le vaccinazioni sono proseguite per tutti quei professionisti compresi nella fase 1 bis, ovvero gli operatori di RSA e RSD, farmacisti, dentisti e medici non convenzionati con il SSR.

Dall’azienda sociosanitaria ricordano a tutti i vaccinandi che “è fondamentale giungere all’appuntamento rispettando l’orario di convocazione, evitando un eccessivo anticipo, e che non bisogna presentarsi con più di un accompagnatore, salvo situazioni particolari”.

Per migliorare ulteriormente l’organizzazione dei percorsi, in vista dell’avvio della fase 2 della campagna vaccinale, a partire dall’inizio del mese di marzo sarà attivata una nuova sede a Bizzozzero, in via Monte Generoso: spazi messi a disposizione dell’ASST, in comodato d’uso gratuito, dall’Università dell’Insubria, più ampi e in grado di consentire un’organizzazione più funzionale.

Non si sono fatte attendere le critiche su quanto avvenuto questa mattina: “Già nel primo giorno di somministrazione dei vaccini agli over 80 a Varese sono evidenti i disservizi – ha commentato il consigliere regionale e capodelegazione del Partito Democratico in Commissione sanità, Samuele Astuti – Nonostante siano previste solo 150 inoculazioni, le immagini che circolano mostrano chiaramente anziani assembrati in coda al freddo. Se già da ora, con un ancora esiguo numero di vaccinazioni programmate, si verificano tali problemi è facile immaginare cosa accadrà quando sarà necessario inoculare una quantità di dosi giornaliere ben maggiori”.

“Ciò che sta accadendo in questi minuti nella struttura di Viale Borri era facilmente prevedibile. Abbiamo sollevato diversi dubbi sull’attuale piano vaccinale lombardo – prosegue Astuti – e abbiamo chiesto con insistenza che si lavorasse ad un programma organizzativo serio e robusto, qualità che quello attuale non è in grado di garantire. In questi mesi, come minoranze, abbiamo presentato le nostre proposte e ci aspettiamo che vengano ascoltate e prese in considerazione. La priorità, in questo momento, è che il piano vaccinale proceda spedito e per far sì che ciò accada Regione Lombardia deve impegnarsi affinché si cambi marcia”.

“Mi auguro che, fin da oggi, si inizi a ripensare la modalità di somministrazione delle dosi in modo tale da non mettere a repentaglio la salute degli anziani, che sono la categoria più a rischio qualora contraessero il virus, proteggendoli dagli assembramenti e dalle lunghe attese al freddo a cui sono stati sottoposti questa mattina”, conclude l’esponente dem.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127