EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Lombardia | 17 Febbraio 2021

Lombardia, “Da domani vaccinazioni anti-Covid anche per forze dell’ordine. Massima attenzione su zone rosse”

Oggi l’audizione del Dg Welfare Trivelli in Commissione Sanità. Critiche dall’opposizione, Astuti (Pd): “Ancora incertezza totale, obiettivo giugno lontanissimo”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Continuano le audizioni con la Direzione Generale al Welfare inerenti all’andamento pandemico. Da domani Regione Lombardia inizierà a vaccinare le forze dell’ordine, in attesa che la Conferenza Stato-Regioni definisca le categorie da ricomprendere nei servizi essenziali. Sulle nuove zone rosse c’è la massima attenzione: screening per tutta la popolazione scolastica”: ha dichiarato oggi, mercoledì 17 febbraio, Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali in Lombardia, a margine dell’audizione con il Dg Welfare, Marco Trivelli.

“Sono molte le questioni affrontate durante l’incontro con il Direttore Trivelli – ha spiegato Monti – Si è parlato dell’applicazione del Piano Bertolaso: stiamo valutando le modalità di aggiudicazione dei servizi di allestimento degli spazi per le somministrazioni. L’orientamento di ARIA Spa è quella di fare gare di noleggio e non di acquisto per contenere i costi. Proprio in questi giorni è partito il confronto con gli enti locali e la Protezione Civile per approntare delle strutture sicure e performanti. Incontreremo nuovamente i medici di famiglia per definire gli ultimi dettagli relativamente al loro impiego, siccome abbiamo 70.000 over 80 che non riescono a spostarsi da casa e che quindi necessitano della somministrazione domiciliare. Laddove non riusciranno i medici di base, verranno impiegate le USCA e le ADI. Abbiamo 15.000 dosi residue dalla fase 1 e ci siamo prefissati, compatibilmente con il piano di consegne, di arrivare a 50.000 dosi la settimana prossima e 100.000 dal primo marzo”.

“Sulle nuove zone rosse, invece – ha proseguito il presidente della Commissione Sanità – a Viggiù abbiamo predisposto che tutta la popolazione scolastica sia sottoposta a tampone. Le farmacie e i tanti centri tamponi attivati sul territorio regionale, interamente dedicati agli studenti, serviranno a garantire la massima celerità”.

“In Conferenza Stato-Regioni”, ha infine aggiunto Monti, “si sta definendo quali siano le categorie di servizi essenziali, Regione Lombardia partirà domani con le forze dell’ordine e stiamo già raccogliendo le adesioni del personale scolastico”.

Critiche a quanto emerso oggi in Commissione Sanità dal Partito Democratico: “Sul Piano vaccinale anticovid è ancora incertezza totale – commenta il consigliere Samuele Astuti – È chiaro che l’obiettivo, annunciato da Bertolaso, di vaccinare tutti entro giugno è lontanissimo. Solo domani ci sarà in Regione l’incontro con i medici di base per pianificare i vaccini per gli over 80 che dovranno essere trattati a domicilio. Va peggio per i cronici under 80, per i quali non c’è neppure una data d’inizio delle vaccinazioni. Le grandi strutture, infine, che dovrebbero ospitare le vaccinazioni di massa non saranno pronte prima del 15 aprile. Ad oggi non sono neppure partite le gare per il noleggio degli stand”.

“È evidente – conclude l’esponente dem – che il piano Bertolaso è velleitario ed è chiaro perché l’assessore Moratti abbia detto agli over 80 che ‘non c’è fretta’. Un’affermazione che, mentre dilagano le varianti del virus, ne sono state identificate quasi 600 in Lombardia, è prova di poca serietà e poco rispetto per i cittadini”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127