EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 10 Febbraio 2021

Il Parco a Lago di Luino da oggi porta il nome di Norma Cossetto

Nel Giorno del Ricordo è stata apposta ufficialmente la targa dedicata alla giovane istriana. Il sindaco Bianchi: “Un’occasione per fermarci e guardarci con rispetto”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il Parco a Lago di Luino, a partire da oggi, mercoledì 10 febbraio, porta il nome di Norma Cossetto.

Nel Giorno del Ricordo, dedicato alla memoria degli orrori delle foibe, è stata dunque ufficializzata l’intitolazione voluta dalla precedente amministrazione comunale, di questo luogo, uno dei più frequentati della cittadina, svelando la targa apposta lungo la discesa che conduce alla passeggiata a lago, nei pressi del parco giochi.

Presenti alla breve cerimonia, oltre al sindaco Enrico Bianchi e al presidente del consiglio comunale Fabrizio Luglio, anche i rappresentanti di tutti gli schieramenti dell’attuale minoranza (i capigruppo Andrea Pellicini, Alessandro Casali e Furio Artoni) e della precedente giunta, delle forze dell’ordine che operano in città e di alcune associazioni locali, tra cui anche l’ANPI.

“Oggi ricordiamo con questa targa, in un luogo speciale per tutti i luinesi e non solo, una ragazza di 23 anni vittima della violenza e dell’odio – ha sottolineato il sindaco Bianchi – E mi piace anche pensare e condividere con voi che, oggi, Norma sia presente in qualche modo: è qui vicino ai giochi dei bambini che non ha potuto avere e al luogo dove i giovani si ritrovano soprattutto nelle giornate di primavera, con questa stupenda vista del lago e di queste montagne che vigilano sulle nostre vite di tutti i giorni”.

Il primo cittadino ha inoltre riconosciuto che la giornata odierna rappresenta un’occasione importante “per fermarci e guardarci con rispetto gli uni con gli altri. Questo è il dovere che spetta a me come sindaco di Luino, questo è il richiamo, questo è ciò che dobbiamo cercare di fare ogni giorno, anche se spesso ci costa fatica”, è l’appello lanciato – dopo le polemiche che si sono susseguite anche nelle scorse settimane – dal primo cittadino, che ha concluso il suo discorso riportando le intense parole che la giovane poetessa statunitense Amanda Gorman ha recitato alla cerimonia di insediamento del presidente Joe Biden.

L’ex primo cittadino Andrea Pellicini ha voluto in primo luogo ringraziare la nuova amministrazione “per aver aderito alla richiesta, decisa nel gennaio 2020, di intitolare questo luogo al ricordo di Norma Cossetto”, proprio nella giornata nella quale si commemora, a poca distanza dalla Giornata della Memoria, un altro periodo di efferate violenze che, per troppi anni, sono passate sotto silenzio: “Una tragedia incredibile, un’ingiustizia storica gravissima e una ferita lacerante per l’Italia”, quella delle migliaia di persone massacrate e gettate nelle foibe dai partigiani di Tito e di coloro che sono stati costretti all’esodo dalle terre della Venezia Giulia e della Dalmazia.

Caterina Franzetti, assessora ai Servizi Sociali nella giunta Pellicini, ha infine ricordato come la scelta del nome di Norma Cossetto sia stata condivisa dalle donne della precedente amministrazione e che la giovane istriana sia un esempio non solo della brutalità di un determinato periodo storico, ma anche della violenza che un uomo può arrivare a compiere nei confronti di una donna, allora come oggi.

Ecco il video del momento in cui è stata svelata al pubblico la nuova targa.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127