EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 14 Gennaio 2021

Nuovo decreto anti Covid, regole in vigore fino ad inizio marzo

Il documento è stato approvato ieri dal Consiglio dei ministri. Introduce le zone bianche, inasprisce alcune misure e vieta gli spostamenti tra Regioni. I dettagli

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il Consiglio dei ministri ha stabilito tramite decreto legge le regole che disciplineranno comportamenti e spostamenti da qui al 5 marzo.

Il decreto entra in vigore il 16 gennaio e contiene i punti alla base del prossimo dpcm, che verrà firmato nei prossimi giorni. Vediamoli di seguito, tenendo presente che l’impianto resta quello della suddivisione del Paese in tre zone (più una quarta, quella bianca) adottato a ridosso delle festività di Natale.

Visite ad amici e parenti. Restano consentite, nell’arco temporale che va dalle 5 alle 22, per una sola volta al giorno, massimo due persone insieme (esclusi dal conteggio gli under 14 e le persone non auto sufficienti che potranno essere sempre presenti).

Zona bianca. E’ la principale novità del decreto, prevede lo stop alle limitazioni delle attività quando un territorio ha raggiunto (da almeno due settimane) la soglia dei cinquanta contagi ogni 100 mila abitanti e un Rt (quante persone possono essere contagiate da un singolo soggetto) inferiore all’1. Quello della zona bianca è un obiettivo che al momento appare irraggiungibile per quasi tutte le regioni italiane. Ben dodici, tra cui la Lombardia, sono ancora considerate a “rischio alto” secondo i parametri di monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità, che continueranno a determinare l’eventuale passaggio da una zona ad un’altra, peraltro con criteri più rigidi nel determinare il passaggio ad una zona di maggior restrizioni. La fascia di riferimento iniziale della Lombardia continuerà ad essere quella arancione.

Bar. Stop all’asporto dopo le 18, una delle novità più discusse, ad un passo dall’approvazione che arriverà con il prossimo dpcm.

Musei. Annunciata la riapertura nelle zone gialle.

Regioni. Stop agli spostamenti tra Regioni diverse, anche quando si trovano in zona gialla. Confermati invece gli spostamenti tra piccoli Comuni (meno di cinquemila abitanti) e nel raggio di trenta chilometri.

Proroga dello stato d’emergenza. La scadenza prevista il 31 gennaio è stata prolungata nuovamente, fino al 30 aprile. La misura consente a governo e Protezione civile di operare e legiferare secondo poteri speciali, che da una parte velocizzano le procedure in caso di situazioni di emergenza e calamità, e dall’altra consentono di attuare provvedimenti (come dpcm e ordinanze ministeriali) oltrepassando la fase parlamentare e tutte le consuete procedure decisionali.

Per i dettagli sulle regole in vigore in ognuna delle tre zone (gialla, arancione e rossa), cliccare qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127