EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 5 Gennaio 2021

Harddiskaunt, la band luinese tornata a far musica durante il Covid

Dalla "Sponda Magra" si coinvolgono amici e artisti da tutto il mondo, producendo ogni mese un brano con relativo video. "Una bellissima sfida"

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Gli Harddiskaunt sono una band luinese nata nel 1996, una band che ha fatto dell’essere locale una forza. Tutti ricordano “Lo squalo” del lago Maggiore, ma c’è di più: fin dagli esordi la band ha sottolineato l’appartenenza al nostro territorio rivendicando con orgoglio il nome “Sponda Magra” proprio nel periodo in cui si cercava di sostituirlo con il più spendibile Costa Fiorita.

Da qui canzoni come Spondamagra Rude Boy e il fatto che la loro etichetta indipendente sia stata battezzata Spondamagra Records. Anche quando hanno iniziato a suonare sui palchi di tutta Europa la frase di apertura del concerto è sempre stata: “Direttamente dalla Sponda Magra del Lago maggiore gli Harddiskaunt!”.

Nella loro storia hanno inciso cinque dischi, fatto centinaia di concerti e migliaia di chilometri in furgone in giro per il continente. Oggi a comporre la band ci sono Tano G, piano e hammond, Biagio, trombone, Fande, sax, chitarra e produzione, Tommy, batteria, Simonino, tromba, e, non da ultimo, Davide aka Mr.Borkia, basso, produzione e video,

In piena pandemia, mentre il mondo si fermava e ci trovavamo tutti rinchiusi nelle nostre case, loro sono tornati. Hanno iniziato, prima per vincere la noia del lockdown (chi a Luino, chi a Londra), poi si sono resi conto che anche se non potevano suonare fianco a fianco come erano abituati a fare, grazie a internet avevano la possibilità di collaborare con tutta la gente che avevano conosciuto in anni di musica. Se il covid ci schiacciava in casa, la musica e la rete hanno permesso loro di ricominciare a “viaggiare”.

Quello che era iniziato come un passatempo durante il lockdown è diventata una sfida: riuscire ogni mese a registrare un nuovo brano con relativo video. Diverse sono le nuove canzoni disponibili gratuitamente sulla loro pagina Facebook e su Youtube. Obiettivo? Continuare fino ad aprile 2021 e poi tornare finalmente sul palco cominciando con “Resistenza in festa”.

Nel frattempo a giugno è uscito il primo video della nuova era, Where Have All The Rude Boys Gone?. Successivamente, i ragazzi hanno iniziato con una serie di strumentali, decidendo di chiamare a cantare amici sparsi per il mondo: la prima è la tedesca Maxie Melpomene con cui hanno arrangiato una versione in levare di Lady Marmalade (e il video, con ballerine e ballerini da ogni dove, ottiene migliaia di visualizzazioni).

La seconda è Vale Upbeat di Bari che con la sua splendida voce li ha aiutati a realizzare un sogno che Davide aveva da anni: una ska version di After Laughter Comes Tears. Il video, girato tra le spiagge pugliesi e lo studio romano dell’artista Sabina Zocchi – Sbi, ha iniziato a conquistare la rete in queste settimane, ma la band è già al lavoro sui prossimi capitoli della loro maratona musicale che toccherà Francia, Regno Unito e Giamaica.

La storia. Durante la loro produzione, in una prima fase hanno contaminato lo ska con altri generi come il reggae, il punk, lo swing, il surf, i ritmi sudamericani e persino un po’ di tarantella. In seguito, il loro percorso li ha portati a risalire alle sorgenti del fiume della musica ska: gli autentici ritmi giamaicani degli anni 60.

Questo viaggio è testimoniato da cinque cd registrati dal 1997 al 2011, passando dalle autoproduzioni al contratto con la prestigiosa etichetta tedesca Grover Records. Negli stessi anni la band ha attraversato l’Italia e l’Europa suonando centinaia di concerti. Da Taranto a Lubecca, da Torino a Zagabria, sia come headliner che come apertura per band del calibro di Skatalites, Ska-p, Bad Manners, Mr.Symarip, New York Ska Jazz Ensemble, Wailers, Rico Rodriguez, Dog Eat Dog, Skarface e moltissimi altri.

Nel 2011 il bassista e fondatore si trasferisce a Londra dove si ritaglia un posto nella scena ska entrando a far parte della band di King Hammond e mettendo, di quando in quando, le sue corde al servizio di alcuni grandi del Two Tone (Roddy Radiation degli Specials, Maroon Town) e a leggende degli anni Settanta (Dave Barker, Susan Cadogan) e il progetto Harddiskaunt entra in una fase di stand by. Aprile 2020 l’avventura riparte.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127