Alto Varesotto | 17 Dicembre 2020

Raccolta differenziata, alto Varesotto al top tra i Comuni “ricicloni”

Azzio, Besozzo, Brenta e Cassano ai vertici della graduatoria stilata da Legambiente. La provincia vanta il 77% di raccolta, ecco tutti i dati aggiornati

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sono 323 su 1507 i Comuni “rifiuti free” inseriti nella speciale classifica curata da Legambiente e realizzata ogni anno sulla base dei dati messi a disposizione da Arpa Lombardia, inerenti il livello e la qualità della raccolta differenziata in tutta la regione.

Una classifica che serve per esaminare i comportamenti virtuosi dei Comuni che non superano la soglia annuale di 75 chilogrammi per abitante relativa al residuo secco indifferenziato (i cosiddetti “ricicloni”), e che fotografa inoltre l’efficienza del meccanismo di raccolta per ogni singolo paese e per ogni città.

I 323 Comuni “Rifiuti Free” rappresentano il 21,4% dei Comuni lombardi e vedono coinvolti 1 milione e 731 mila abitanti, cioè il 17% della popolazione regionale, che concorre altresì al raggiungimento del 72,2% di raccolta differenziata.

In vetta alla classifica si collocano la provincia di Bergamo con 75 Comuni e Mantova e Brescia, entrambe con 49 Comuni, seguite da Cremona con 44, dalla città Metropolitana di Milano con 43, da Varese con 41 e da Monza e Brianza con 24.

Chiudono la classifica la provincia di Como con 7 Comuni, Lodi con 4, Pavia e Lecco con 2 e Sondrio con un solo Comune. Purtroppo da questo quadro rimangono ai margini tutti i capoluoghi di provincia che, pur vantando punte di raccolta differenziata fino all’88%, come Mantova, non riescono ancora ad abbassare la soglia di residuo secco indifferenziato.

A livello complessivo la provincia di Varese vanta una raccolta differenziata del 77%, un dato medio alto che è di poco inferiore a quello della provincia di Monza e Brianza (78%) ed è superiore a quello di Bergamo (76%) e Milano (67%).

Per quanto concerne infine la situazione dell’alto Varesotto, sono soltanto due i Comuni “ricicloni” che hanno compiuto importanti passi in avanti nel 2019, entrando in classifica per la prima volta: Brenta (64 kg/anno di residuo secco a cittadino) e Cassano Valcuvia (70 kg/anno), con progressi notevoli sul consumo a distanza di dodici mesi (75 kg per Brenta nel 2018 e 87 kg per Cassano). Altri Comuni del territorio sono al vertice della classifica, primi su tutti Azzio (secondo posto con 66 kg/anno e raccolta all’85%) e Besozzo (quarto posto con 54 kg/anno e raccolta differenziata all’88%). Per consultare tutte le graduatorie e l’intero dossier, cliccare qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127