EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Castelveccana | 13 Novembre 2020

A Castelveccana un esempio concreto per affrontare le emergenze e le calamità

Domani la giornata “Come allestire il legname da tempesta in modo sicuro” mentre prosegue il lavoro dei volontari della Protezione civile CMVV per ripulire i sentieri

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Oltre al grande lavoro sui corsi d’acqua, i gruppi e i volontari della Protezione civile della Comunità Montana Valli del Verbano sono impegnati in queste settimane, nonostante l’emergenza sanitaria, ad intervenire ancora per sistemare i tanti sentieri dell’alto Varesotto colpiti dalla violenta tromba d’aria che ha causato danni a tutta la comunità del nord della provincia.

Numerosi, infatti, i tratti di montagna invasi da alberi e piante, in diversi casi di grandi dimensioni, che hanno bloccato le escursioni degli appassionati nei giorni antecedenti alla disposizione della zona rossa in Lombardia.

Il tema della salvaguardia del territorio da sempre è una priorità per le amministrazioni comunali del territorio. Tra queste vi è anche quella di Castelveccana che domani, sabato 14 novembre, ha organizzato “Come allestire il legname da tempesta in modo sicuro”, insieme a ERSAF e a Regione Lombardia, giornata dimostrativa e di aggiornamento per gli operatori forestali iscritti all’albo regionale delle imprese boschive.

Il corso ha l’obiettivo di “sensibilizzare gli operatori al riconoscimento dei pericoli e alla valutazione dei rischi specifici, conoscere e saper applicare le tecniche e le misure di sicurezza più efficaci”.

Soddisfatto il sindaco Luciano Pezza, che lancia un appello a tutti i paesi e a Comunità Montana. “Il Comune di Castelveccana – commenta Pezza – plaude all’iniziativa e abbiamo subito messo a disposizione le aree comunali che sono state colpite dalla tromba d’aria dello scorso 3 ottobre. Ho già proposto alla Comunità Montana Valli del Verbano e al responsabile Dario Bardelli, di far partecipare a questi appuntamenti anche tutti i volontari di Protezione civile che hanno già superato il corso base per l’utilizzo della motosega. Come sempre, anche in questo periodo nefasto per il Covid, la sicurezza del territorio e l’incolumità dei cittadini viene sono una delle priorità”.

“Protezione civile significa agire dell’emergenza, ma anche sviluppare una cultura della prevenzione – spiega il vicepresidente della CMVV Marco Fazio -. Gli interventi in ambito forestale sono fondamentali per ridurre i rischi, permettendo una maggiore praticabilità anche per gli interventi di soccorso. Bello vedere che, malgrado i tanti impegni legati al Covid, proseguano le attività anche in altri campi”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127