EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 25 Ottobre 2020

Tutti i punti del nuovo Dpcm: “Resistere ora per affrontare l’inverno con più tranquillità”

Il premier Conte ha illustrato in conferenza i punti principali del decreto, annunciando diverse misure economiche per i lavoratori penalizzati. "Indennizzi già pronti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Bar, gelaterie, pasticcerie e ristoranti chiuderanno alle ore 18, a partire dalla giornata di domani, lunedì 26 ottobre. Lo ha confermato poco fa il premier Giuseppe Conte, nella conferenza stampa dedicata ai principali punti del nuovo Dpcm – il terzo dall’inizio di ottobre – firmato nelle scorse ore.

I tavoli dei locali pubblici potranno ospitare un massimo di quattro persone, salvo nuclei familiari più numerosi, e non si potrà consumare cibo e bevande nei luoghi all’aperto dopo le 18. Confermata la chiusura di piscine, centri benessere e termali, palestre, sale gioco, sale da ballo e, ovviamente, discoteche, queste ultime già precedentemente chiuse.

Chiudono teatri, cinema e sale da concerti, “una decisione particolarmente difficile, perché il mondo della cultura è in forte sofferenza”, ha precisato il premier. Restano invece aperti i musei. No al coprifuoco generale, un termine e una misura che Conte preferisce sostituire con quella che al momento rimane “soltanto” una raccomandazione: muoversi da casa solo per ragioni di lavoro, studio o prima necessità; non ricevere a casa persone che non fanno parte del nucleo familiare. I singoli provvedimenti regionali rimangono però in vigore.

“Non mi piace fare promesse, preferisco prendere un impegno a nome dell’intero governo – ha poi precisato il premier riferendosi a ristoratori, commercianti, artisti e a tutte quelle categorie di lavoratori che verranno fortemente penalizzate dalle chiusure, da qui ai prossimi trenta giorni -. Gli indennizzi per chi è costretto a cessare la propria attività, in base alle nuove norme, sono già pronti. Arriveranno direttamente sul conto corrente con bonifico bancario, metodo già impiegato in precedenza con risultati soddisfacenti”.

Nell’elenco delle misure in favore dei cittadini figurano poi nuovi contributi a fondo perduto e nuovo credito d’imposta per affitti commerciali. Viene cancellata la seconda rata Imu. Confermata la cassa integrazione e verrà offerta un’indennità mensile, una tantum, per i lavoratori stagionali del turismo, dello spettacolo e dello sport. A ciò si aggiungono interventi specifici per sostenere la filiera agro alimentare.

“Se a novembre rispetteremo le regole, la curva di contagio resterà sotto controllo e potrà consentirci di affrontare con maggiore tranquillità le festività natalizie”, ha concluso il premier, ribadendo il senso delle restrizioni che domani entreranno in vigore. E del sacrificio, in termini di spazi, abitudini e opportunità lavorative, a cui tutti gli italiani sono chiamati per la seconda volta.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127