EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 28 Settembre 2020

Tre sonde ultramoderne in dono alla Radiologia pediatrica da parte de “Il Ponte del Sorriso”

Il valore della donazione è di oltre 60mila euro: si tratta di dotazione indispensabile al nuovo ecografo top di gamma di ultimissima generazione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il Ponte del Sorriso ha donato tre sonde specialistiche, del valore di oltre 60.000 euro, quale dotazione indispensabile al nuovo ecografo top di gamma di ultimissima generazione dell’Ospedale Del Ponte. Sono state, infatti, costruite appositamente per essere adatte non solo per i bambini, ma anche per i neonati e persino per i prematuri. Si tratta di sonde altamente sofisticate, con le quali è ora possibile effettuare esami ecografici anche a bambini molto piccoli.

“La nostra fondazione – dichiara Emanuela Crivellaro, Presidente de il Ponte del Sorriso Onlus – è da sempre impegnata nella tutela della salute dei bambini e questa importante donazione garantisce anche ai neonati e ai prematuri diagnosi più precise e tempestive. E questo significa, in alcuni casi, contribuire a salvare la vita dei bambini. ”

“Ringrazio il Ponte del Sorriso per la preziosa donazione – commenta il Direttore Generale di ASST Sette Laghi Gianni Bonelli. Il polo materno-infantile dell’Ospedale Del Ponte ha eccellenti professionisti che, anche grazie a gesti solidali come questo, possono avvalersi delle tecnologie più avanzate. In particolare questo set di sonde è unico nel panorama degli ospedali lombardi.”

“Grazie alle donazioni – tiene a sottolineare il dottor Leonardo Callegari, Direttore della Radiologia pediatrica – possiamo vantare una dotazione tecnologica per la radiologia davvero top di gamma. Ora non solo siamo in grado di svolgere le indagini radiologiche con una qualità delle immagini nettamente migliore ma possiamo anche ampliare il nostro ambito di attività, soprattutto nel campo delle neuropatie e della diagnostica muscolo-scheletrica periferica del bambino e del neonato”.

La sonda lineare PLI 1205 BX, ha un range di frequenza che parte da 4 MHz fino a oltre i 18 MHz, si può utilizzare per le anche, per la colonna vertebrale, le strutture nervose, per i reni, per tutti gli organi parenchimali dei piccolissimi pazienti e fino a 18 anni, consentendo un’ampia panoramica dell’organo. Per la sua tipologia di costruzione è in grado di sviluppare sezioni/immagini molto sottili, con una risoluzione assiale, laterale e in elevazione molto alta.

La sonda microconvex PVT 712 BT ha un range di frequenze da 4 a 11 MHz, è eccellente per lo studio trans cranico dell’encefalo del neonato e bambino fino a 6 anni, ma può essere utilizzata con ottima qualità anche sull’addome pediatrico, neonatale e, grazie alle sue piccole dimensioni, facilmente impiegata addirittura con il piccolo nell’incubatrice. Il suo ampio campo di visuale in profondità la rende molto utile nelle ecografie neonatali e pediatriche dei grossi vasi addominali, vena cava e aorta.

La sonda lineare PLI 2002 BT è una sonda destinata alle indagini dei primi tre-quattro centimetri del corpo umano e le sue performance sono praticamente uniche: la risoluzione assiale e laterale sono elevatissime, e la rendono insostituibile per l’individuazione dei vasi utilizzati per incanulare i piccoli e piccolissimi pazienti, per l’analisi delle articolazioni, dei nervi, dei tendini e di tutte le strutture estremamente superficiali e di piccole e piccolissime dimensioni. Viene usata nei neonati e bambini fino a 6 anni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127