Luino | 12 Settembre 2020

Chiusura dell’Agenzia delle Entrate a Luino? “Non si possono permettere di andare via”

Il sindaco Pellicini risponde al tema sollevato nell'ultimo consiglio comunale dal consigliere Petrotta. "Gravi disagi per i cittadini di tutto il nostro territorio"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Tra le tematiche affrontate nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Luino tenutosi nella serata di giovedì 10 settembre, prima delle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre prossimi, è emersa anche quella relativa alla sede luinese dell’Agenzia delle Entrate, sita presso l’edificio scolastico di via Bernardino Luini.

Il consigliere di minoranza Giovanni Petrotta ha portato all’attenzione dell’assemblea come gli uffici siano chiusi ormai da mesi a causa dell’emergenza coronavirus e delle normative ad essa connesse e, di conseguenza, coloro che necessitano di usufruire dei servizi sono costretti a rivolgersi a alla sede di Gavirate, previa prenotazione telefonica.

A quanto emerge, però, dalle segnalazioni giunte in particolare dagli impiegati dei patronati Cisl e CGIL, oltre che da privati cittadini, si sono riscontrate numerose difficoltà nel riuscire a contattare telefonicamente gli uffici e nell’effettuare le operazioni di tipo burocratico via mail.

A ciò si aggiunge anche l’ipotesi che l’Agenzia stessa, nell’ambito di una riorganizzazione del servizio, sia intenzionata a chiudere la sede di Luino per tenere aperti solo quelle di Gavirate e di Varese, causando così “evidenti disagi nei cittadini del territorio”, come ha affermato Petrotta chiedendo all’amministrazione di intervenire sul tema.

La risposta del primo cittadino, Andrea Pellicini, non si è fatta attendere. Il sindaco uscente ha difatti dichiarato che tale disservizio nei confronti dei cittadini deve terminare al più presto: “Mi faccio interprete in prima persona di questa segnalazione. L’Agenzia beneficia e ha beneficiato per anni di locali comunali, non si permetta di andare via”.

L’ufficio luinese, che anche oggi dipende da quello di Gavirate, aveva infatti lasciato la vecchia sede nel 2013 quando – durante il primo mandato della sua amministrazione – Pellicini aveva affidato all’Agenzia alcuni locali messi a disposizione dal Comune, a due passi dal centro cittadino, per costituire i nuovi sportelli. A compiere i lavori di ristrutturazione necessari era stato proprio Palazzo Serbelloni, con la garanzia di un sostanzioso risparmio di risorse sui costi di gestione. Nel periodo pre-Covid la sede, oltre ad essere facilmente usufruibile per la cittadinanza, grazie ai parcheggi di viale Rimembranze e dell’ex area Diana, era frequentata quotidianamente da decine e decine di utenti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127