Luino | 9 Settembre 2020

Rifiuti abbandonati, spunta anche un divano letto vicino al cimitero di Voldomino

Incuria e degrado si ripresentano anche dopo il recente appello al buon senso dell'assessore Miglio. Da via Baggiolina, a gran voce, la richiesta di video sorveglianza

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A nulla è valso il recente appello con cui l’assessore all’Ambiente luinese, Alessandra Miglio, ha cercato di sensibilizzare la comunità rispetto al problema dei rifiuti abbandonati, alla pericolosità di certe abitudini scorrette e alla assoluta illogicità di gesti così incivili, data la presenza sul suolo comunale di tutti gli strumenti e gli spazi per un corretto smaltimento.

L’estate che sta volgendo al termine, al pari di tutti gli altri periodi dell’anno, è stata caratterizzata ancora una volta da numerosi episodi segnalati dai residenti, in particolare da coloro che vivono a Voldomino nei pressi di via Baggiolina, e dunque del cimitero, l’area più martoriata dal punto di vista dell’abbandono indiscriminato di rifiuti e scarti di ogni tipo, anche per la presenza della piattaforma ecologica riservata agli operatori che si occupano dell’igiene urbana della città e della pulizia stradale.

Scarti che sono spesso ingombranti, come documentato dal ricco archivio di foto scattate dai cittadini, ogni volta con un disgusto sempre maggiore, per la maleducazione e i modi barbari di stare al mondo, propri di soggetti che nella maggior parte dei casi riescono a farla franca, ma anche per il forte senso di degrado che a causa di simili situazioni cala sui contesti da cui con troppa frequenza scatta “l’allarme rifiuti”.

Negli ultimi giorni è successo nuovamente, e in via Baggiolina, proprio all’esterno della sopracitata piattaforma, staziona ora in bella vista un divano letto, accompagnato dai soliti sacchi e da oggetti e materiali tra i più vari.

Mi unisco al coro dei voldominesi disgustati dalla mancanza di controllo della discarica, ormai da considerare abusiva, nei pressi del cimitero di Voldomino, di fianco ai campi coltivati e agli allevamenti di bestiame – ci scrive il cittadino che ha realizzato gli scatti allegati in galleria -. Purtroppo le foto non trasmettono l’olezzo disgustoso che emana questa montagna di rifiuti, e sottolineo, come già enunciato da altri, che di qui passano i cortei funebri. Inoltre, da almeno due mesi, è presente un frigorifero che contiene freon, un gas altamente inquinante. Ho letto che ci dicono di metterci il cuore in pace, perché questa è un’area approvata dalla Provincia, il che però non implica che dobbiamo sopportare tutti quei farabutti che scaricano abusivamente”.

La lettera inoltrata alla nostra redazione si conclude con l’ormai noto appello che viene riproposto, puntualmente, quando i metodi inurbani, la mancanza di decoro ma anche il vandalismo e la delinquenza, prendono il sopravvento toccando singoli quartieri o talvolta anche l’intera comunità: “Non ci stiamo ad arrenderci su questo punto, e siamo in molti a credere che debba essere installato un impianto di sorveglianza in questa zona. Un posto altamente inquinato come questo, dovrebbe essere posto sotto stretto controllo, garantendo sanzioni con la stessa attenzione che viene riservata ai parcheggi in divieto di sosta”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127