Alto Varesotto | 7 Settembre 2020

“Pieno ed incondizionato appoggio alla sindaca di Curiglia con Monteviasco Nora Sahnane”

L'Unione dei Comuni Lombarda Prealpi difende l'operato dell'amministratrice su funivia e SP6: "Certe critiche sono atti di irresponsabilità e vigliaccheria"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo una lettera dell’Unione dei Comuni Lombarda Prealpi, con cui i tre sindaci membri del consorzio, Antonio Palmieri (Tronzano Lago Maggiore), Luca Baglioni (Agra) e Corrado Nazario Moro (Dumenza), prendono posizione rispetto all’operato della prima cittadina di Curiglia, Nora Sahnane, su due complesse questioni che attualmente segnano la quotidianità della fascia di territorio rappresentata dall’ente montano, e più in generale della comunità luinese.

I temi sono l’isolamento di Monteviasco, con il blocco della funivia che ancora rende incerto il futuro del borgo, e l’interruzione della SP6 che collega Luino, Dumenza, Agra e Curiglia. Sui punti, nella giornata di ieri, si è espresso uno dei tre firmatari del comunicato, il sindaco di Dumenza Moro, per riflettere proprio sulle questioni oggi rilanciate in difesa di Sahnane, affrontandole in termini di priorità.

In questi giorni la stampa locale ha dato voce ad alcune correnti di pensiero critiche e sui social si sono susseguiti ripetuti “attacchi” alla sindaca di Curiglia con Monteviasco, Nora Sahnane sia riguardo al funzionamento della funivia Ponte di Piero – Monteviasco, sia per l’interruzione della SP6 a causa degli eventi calamitosi del 29 e 30 agosto.

I sindaci dell’Unione dei Comuni Lombarda Prealpi sono consapevoli che, per quanto riguarda la funivia, la sindaca di Curiglia con Monteviasco ha lavorato e sta lavorando molto e su vari fronti per far sì che si esca dall’empasse attuale.

Chiunque non sia in malafede, può rendersi facilmente conto che la situazione non è certo semplice, dovendosi conciliare le disposizioni di vari enti, mai come in questa situazione di difficile attuazione, con le aspettative (legittime) di chi vorrebbe l’immediato riavvio della funivia.

Per quanto riguarda l’interruzione della SP6, non capiamo cosa si possa imputare a Nora, dato che su questa strada la competenza non è del Comune, ma della Provincia di Varese, ed inoltre eventi meteorologici avversi di tale portata non sono certo imputabili agli amministratori.

Per chi non ha responsabilità amministrative è abbastanza facile “formulare” proposte e giudizi. Poi però si devono fare i conti con la realtà delle cose e soprattutto con il fatto che gli amministratori pubblici, ed in particolare i sindaci, sono esposti in prima persona e sono chiamati a rispondere personalmente del loro operato.

Le critiche costruttive sono una cosa, le critiche fine a se stesse sono solo atti di irresponsabilità e vigliaccheria, tese alla ricerca di facili consensi sfruttando situazioni contingenti. Non si capisce perché chi critica, solo per il gusto di farlo, non si sia candidato al momento delle elezioni, mettendosi in gioco e soprattutto mettendoci la faccia.

Adesso è troppo facile emettere sentenze stando fuori dal gioco, facendo finta di ignorare le difficoltà in cui si dibattono i piccoli comuni montani ed in particolar modo il Comune di Curiglia con Monteviasco.

I Sindaci dell’Unione dei Comuni Lombarda Prealpi, consapevoli del lavoro svolto con impegno, dedizione e tenacia dalla collega Nora Sahnane colgono l’occasione per ribadire il loro pieno ed incondizionato appoggio al suo operato.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127