EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Canton Ticino | 2 Settembre 2020

Frontalieri e iniziativa per la limitazione, “Video choc dell’UDC. Contenuti ignobili”

Dura presa di posizione dei consiglieri regionali dem Astuti e Orsenigo dopo la pubblicazione dello spot sul referendum per cambiare la libera circolazione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Siamo veramente esterrefatti di fronte all’ennesima provocazione del partito svizzero dell’UDC (Unione Democratica di Centro, ndr): un video indegno, dove viene sfruttata l’immagine di una bambina che prima magnifica la bellezza della Svizzera e del suo stile di vita e poi, cambiando nettamente registro, dimostra con immagini risibili che i Cantoni si stanno abbruttendo a causa dell’immigrazione. Uno spot elettorale vergognoso sotto tutti i punti di vista, perché sfrutta l’infanzia, perché manda un messaggio falso e grave e perché attacca chiunque vada onestamente a lavorare nella Confederazione, in primis i nostri frontalieri“.

E’ durissimo l’attacco che Samuele Astuti e Angelo Orsenigo, consiglieri regionali del Partito democratico, rivolgono all’UDC dopo aver preso visione dello spot che il partito di maggioranza ha diffuso a sostegno dell’iniziativa per la limitazione e il ritorno ad una “immigrazione moderata”, tema sul quale negli scorsi giorni si è espresso, con un commento deciso in difesa dei frontalieri e contro le campagne d’odio, anche il sindaco di Luino Andrea Pellicini.

I contenuti di quel video sono ignobili – proseguono i due consiglieri, nonché componenti della Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica -: la bambina – e già è agghiacciante di per sé utilizzare un minore per mandare questi messaggi – deve recitare la parte di colei che ha paura perché ‘dappertutto ci sono cantieri‘, nel senso di palazzi in costruzione, e ‘uomini che gironzolano per strada‘, come se i muratori di ogni dove, anche lombardi, fossero dei delinquenti. Per non parlare di frasi come ‘il tram è sempre pieno e non posso mai sedermi’! E quindi? siccome ci sono donne straniere sedute, una bambina nel fiore degli anni, ma svizzera, è costretta, poverina, a stare in piedi? Siamo sconvolti dalla pochezza di questi personaggi“.

La cosiddetta iniziativa sulla limitazione, porterà i cittadini svizzeri ad esprimersi il prossimo 27 settembre. Tema della consultazione, la prospettiva di porre fine alla libera circolazione con l’Unione Europea, fenomeno che avrebbe condotto, secondo l’UDC (ma tra i promotori dell’iniziativa c’è anche l’Azione per una Svizzera neutrale e indipendente), ad un aumento dei costi sociali, della criminalità e dei costi degli affitti, nonché ad una diminuzione di opportunità occupazionali per gli elvetici, come diretta conseguenza del ricorso a lavoratori provenienti dall’estero perché più economici.

Ci rivolgeremo al presidente della Commissione speciale – fanno sapere in conclusione i due esponenti dem – affinché chieda chiarimenti ai nostri corrispettivi ticinesi, esponenti dell’UDC compresi, che quando vengono da noi a Milano o ci ricevono a Bellinzona sono affidabili e collaborativi, ma poi, a ogni piè sospinto, trovano un modo becero per offendere gravemente i nostri concittadini. E’ inaccettabile”.

https://www.facebook.com/1439209716323593/videos/599713357579836/

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127