Canton Ticino | 3 Agosto 2020

Fabbrica droghe sintetiche in Ticino, condannato un 24enne

Le sostanze prodotte sono state sequestrate e il giovane, residente nel Luganese, è stato condannato a una pena detentiva di 180 giorni

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Il Ministero pubblico del Canton Ticino ha comunicato che la Procuratrice pubblica Valentina Tuoni ha firmato un decreto di accusa nei confronti di un cittadino svizzero 24enne domiciliato nel Luganese.

In base a quanto accertato, il giovane aveva allestito nel proprio domicilio un laboratorio artigianale in cui sono stati prodotti e fabbricati alcuni etti di sostanze stupefacenti sintetiche. Tali droghe erano in parte destinate al proprio consumo e in parte venivano cedute a terzi per uso personale.

Le principali ipotesi di reato sono quelle di infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti e alla Legge federale sulla protezione contro le sostanze e i preparati pericolosi. Le sostanze chimiche e il materiale rinvenuto all’interno del laboratorio artigianale sono stati sequestrati.

Il 24enne è stato condannato a una pena detentiva sospesa di 180 giorni. Non essendo stata interposta opposizione, il decreto d’accusa è nel frattempo cresciuto in giudicato. Non verranno rilasciate ulteriori informazioni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127