Luino | 31 Luglio 2020

Luino, la campagna elettorale infiamma anche il consiglio comunale

Mercoledì sera la seduta si è aperta con un acceso confronto tra la minoranza e la maggioranza. Dure critiche dai consiglieri Enrica Nogara e Giovanni Petrotta

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un consiglio comunale breve ma intenso quello di mercoledì sera a Luino, dove la campagna elettorale ha infiammato la parte iniziale dell’assemblea.

A prendere la parola, subito dopo l’appello, è stata la consigliera comunale di minoranza Enrica Nogara, che ha toccato tanti argomenti criticando apertamente l’amministrazione su quanto fatto per l’ospedale, le scuole, la sicurezza, il personale comunale, i rapporti con la minoranza, la situazione della ferrovia e AlpTransit e, infine, il degrado nelle frazioni.

“Anzitutto sono diverse le segnalazioni arrivate per disagi nel sottoporsi a visite ed esami in questo periodo – commenta Nogara -, e qualche paziente è invitato ad andare anche ad Angera. Sulle scuole tutti stanno lavorando a progetti e programmi per la riapertura in sicurezza dell’attività a settembre, a Luino cosa state facendo?”.

La consigliera, poi, ha fatto cenno alla sicurezza stradale e al progetto riguardante l’illuminazione che deve ancora partire, dopo tante dichiarazioni in questi mesi. L’attenzione è stata poi posta anche sulle tante domande di trasferimento dei dipendenti comunali, così come sulle critiche per il mancato rapporto con l’opposizione nonostante le richieste per istituire il consiglio comunale dei ragazzi, il battesimo civico, i consigli di quartiere e tanto altro.

D’accordo con le sue parole anche il collega, Giovanni Petrotta, che ha sottolineato anche “questo modo vecchio di fare politica, una propaganda che ha portato l’amministrazione ad asfaltare strade e ad annunciare i lavori del Lido. Tanti luinesi vogliono il cambiamento, c’è un nuovo modo di partecipazione civile e politico, più competente e meno manicheo”.

Queste dichiarazioni hanno mandato su tutte le furie sia l’assessore ai Servizi Sociali Caterina Franzetti che il consigliere di maggioranza Mario Contini (Fratelli d’Italia), mentre il sindaco Andrea Pellicini è intervenuto per placare gli animi e per spiegare come il Covid abbia influito nei ritardi sull’avvio delle opere pubbliche e che la propaganda non c’entra nulla.

Sulle scuole, invece, a rispondere alle critiche è stato l’assessore all’Istruzione, Pier Marcello Castelli, che è in attesa di risposte concrete da parte dell’Istituto Comprensivo “Bernardino Luini”, dopo numerosi incontri con la dirigenza e i docenti. In base a quanto verificato gli spazi presenti non dovrebbero creare problemi per il ritorno tra i banchi, anche se presso le scuole delle Motte bisognerà intervenire in modo specifico per risolvere alcune criticità.

A margine della seduta sono stati confermati alcuni regolamenti e aliquote, grazie all’approvazione di diversi punti all’ordine del giorno, relative a IMU e TARI. Tutti aspetti tecnici e burocratici che, però, rispetto al 2019, non andranno a modificare le quote dei versamenti dei cittadini.

Polemiche, infine, anche per i 31mila euro assegnati dal Comune a Sport Management per la riapertura del centro sportivo “Le Betulle” con i consiglieri Nogara e Petrotta che erano contrari, mentre il sindaco Pellicini ha sottolineato l’importanza sociale della struttura non solo nel breve periodo, ma soprattutto con il ritorno tra i banchi degli studenti a partire da settembre.

“Ogni famiglia ha figli che frequentano le ‘Betulle’, per praticare nuoto, sport o tennis. Era un passaggio doveroso, non potevamo permetterci di sospendere le attività”, ha concluso il primo cittadino.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127