Luino | 29 Luglio 2020

Al via i lavori per la rinascita del Lido di Luino, ecco come sarà nel 2021

Sarà interamente riqualificata l'area dell'ex discoteca, si attende il secondo lotto per le piscine. Il sindaco Pellicini: "Una grande soddisfazione per tutti"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Mentre la campagna elettorale per le amministrative di Luino è ormai entrata nel vivo, nella giornata di ieri il Comune ha firmato il verbale di consegna dei lavori per la rinascita della nota area del Lido, alle ditte “La Rocca Società Cooperativa” di Napoli e “Artemide” di Roma, che hanno vinto l’appalto nello scorso mese di aprile. Stando a quanto riportato dal cartello posizionato sul cancello di ingresso l’ingente intervento dovrebbe terminare il 27 luglio 2021.

A disegnare il “Lido” del futuro è stato l’architetto Enrico Marforio, lo stesso che ha realizzato tutto il Parco a Lago, per un progetto complessivo di 1,170 milioni di euro che, nell’ottica del recupero e riqualificazione complessiva, “prevede la ridefinizione completa della viabilità, degli spazi pubblici e della componente a verde attraverso una riproposizione della quinta alberata lungo la via Lido, riproponendo le medesime essenze (tigli nostrani, ndr) maggiormente distanziate in modo da consentirne uno sviluppo più funzionale per la tipologia individuata”, si legge nella relazione sintetica dell’architetto.

La nuova pavimentazione in pietra – continua il documento -, coerente con gli altri interventi eseguiti nei precedenti lotti di recupero del lungolago, invece, contribuirà a dare una nuova immagine di continuità con l’esistente, mentre le nuove aiuole definiranno il disegno dei percorsi pedonali e la stessa cosa avverrà anche per le nuove quote derivanti dalla demolizione del muro di recinzione esistente tra Lido e la strada verso il campo sportivo. Le nuove alberature verranno posizionato dentro aiuole con verde tappezzante o, quando inserite nella pavimentazione, con griglia di protezione di dimensioni tali da consentire una corretta crescita”.

Per quanto riguarda l’immobile dove una volta sorgeva la discoteca una tra le prime opere che sarà effettuata sarà la demolizione del primo piano, dove sorgeva un appartamento, mentre l’intero immobile sarà ristrutturato totalmente rendendolo un edificio polifunzionale dove potrebbero sorgere, in base alla destinazione d’uso che sarà decisa, un bar, un ristorante o un disco bar sul lago.

“Mi piacerebbe che si tornasse a ballare al Lido, ma senza discoteca pura come una volta – commenta il sindaco Andrea Pellicini -. Per me e la mia amministrazione è una gioia grande consegnare i lavori. Quello a cui tenevo molto era iniziare le opere prima della fine del mandato e da lunedì partirà il primo lotto. Fondamentale sarà il finanziamento del secondo lotto, che per come la penso io, dovrà essere uno dei primi punti del programma della prossima amministrazione. L’obiettivo è fare in modo che le piscine possano tornare ad accogliere giovani, bambini e famiglie, magari con un accesso diretto al lago e con un collegamento parco al campo sportivo”.

L’intero immobile nuovo si inserirà in armonia in tutta l’area presente in riva al lago, con l’abbattimento del muro di recinzione. La filosofia di fondo del progetto è quella di rendere completo il lungolago della città lacustre, dal porto vecchio all’ex campo sportivo, costruendo in futuro un ponte ciclopedonale che collegherebbe le due sponde del fiume Tresa, da Germignaga a Luino. Inoltre, una tra le idee per il recupero delle piscine sarebbe quella di posizionarle a livello del lago, con un’area verde da sviluppare con il nuovo complesso che sorgerà nei prossimi mesi

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127