EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 5 Giugno 2020

Varese, Arma dei Carabinieri in festa per i 206 anni dalla fondazione

Nel Varesotto nel corso dell'ultimo anno reati diminuiti del 20%, 48mila le persone controllate e centinaia i denunciati per violazione delle norme anti-covid

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Giornata di festa per l’Arma dei Carabinieri che oggi, venerdì 5 giugno, celebra il 206esimo anniversario della sua fondazione.

Benché nata il 13 luglio 1814, l’Arma vede tale ricorrenza fissata nel giorno in cui, nel 1920, la Bandiera è stata insignita della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare in seguito alla partecipazione alla Grande Guerra. Essendo trascorsi cento anni esatti da quella data, quest’anno i festeggiamenti si caricano quindi di un significato ancora maggiore.

Le celebrazioni si sono svolte con cerimonie sobrie a causa delle disposizioni emanate dal Governo in materia di coronavirus che impongono tuttora il mantenimento del distanziamento sociale e del divieto di assembramento.

Al comando provinciale di Varese erano presenti, oltre al colonnello Claudio Cappello, solo le rappresentanze delle più alte cariche istituzionali. Insieme al prefetto di Varese, Dario Caputo, il colonnello ha reso omaggio ai caduti, tra i quali si possono ricordare il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega e il Maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro, al quale proprio ieri è stata conferita dal Comandante Generale, il Generale C. A. Giovanni Nistri, la Medaglia d’Oro al Valor Civile alla memoria, e i militari deceduti a causa del coronavirus.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha espresso la sua riconoscenza nei confronti dell’impegno che l’Arma ha dimostrato durante il periodo più duro della pandemia “consegnando generi alimentari alle persone in difficoltà, trasportando medicinali e bombole di ossigeno, rendendosi disponibile in ogni modo per risolvere anche ordinarie necessità quotidiane divenute improvvisamente inaccessibili come l’assistenza agli anziani a domicilio fortemente limitati negli spostamenti. Una dedizione che ha confermato quel rapporto di naturale relazione e fiducia con la gente, garantendo la prossimità rassicurante dello Stato, solidarietà e concreta assistenza”.

Il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha rivolto tramite la sua pagina Facebook un messaggio ai militari dell’Arma: “Sono ben 206 anni che uomini, ma più recentemente anche le donne, servono lo Stato, proteggono i cittadini, rispondono ai principi costituzionali di: libertà, legalità e democrazia. Porgo alle donne e agli uomini appartenenti dell’Arma dei Carabinieri il mio sincero ringraziamento per il quotidiano lavoro, per la loro abnegazione al dovere che li porta ad essere sempre presenti sul territorio, sempre vicini alla nostra comunità“.

Anche l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato ha espresso il suo grazie agli uomini e alle donne “appartenenti alla Benemerita per l’importante lavoro che svolgono quotidianamente al servizio del Paese da 206 anni. Il ruolo dell’Arma, baluardo della legalità è fondamentale per la nostra società“.

Nella giornata odierna è stato reso noto anche il bilancio dell’attività svolta negli scorsi mesi nel Varesotto: quasi 48mila le persone controllate, 2171 quelle sanzionate e centinaia quelle denunciate per la violazione delle norme anti-covid. Le disposizioni emanate durante il periodo di emergenza rivolte al contenimento dell’epidemia di coronavirus hanno inoltre determinato una flessione del 20% per quanto riguarda le statistiche dei reati commessi nell’ultimo anno.

Nell’Alto Varesotto prosegue senza sosta il lavoro di smantellamento della rete di spaccio di droga che ha portato i Carabinieri della Compagnia di Luino a effettuare, anche di recente, arresti e denunce di diversi tra possessori e assuntori di sostanze stupefacenti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127