Casalzuigno | 30 Maggio 2020

“Bentornata Italia”, a Villa Bozzolo visita a contributo libero in occasione della Festa della Repubblica

Visitabili con questa modalità speciale molti altri Beni tra cui Villa Panza e Monastero di Torba. Iscrizione annuale al FAI in omaggio per medici e personale sanitario

Tempo medio di lettura: 2 minuti

In occasione della Festa della Repubblica, martedì 2 giugno il FAI – Fondo Ambiente Italiano aprirà a contributo libero volontario i suoi Beni, tra cui Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno, Villa e Collezione Panza a Varese e il Monastero di Torba a Gornate Olona, già riaperti lo scorso 22 maggio.

Il desiderio della Fondazione è quello di offrire ai visitatori, in un’occasione così solenne, una giornata speciale da trascorrere nei luoghi meravigliosi di cui si prende cura in tutta Italia, che ne rappresentano l’inestimabile patrimonio storico, artistico e paesaggistico.

“Dobbiamo avere fiducia nel nostro futuro”: con queste parole l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il 2 giugno del 2001, annunciava il ripristino della Festa per commemorare la nascita della Repubblica Italiana. Oggi come allora, dopo la pandemia, il 2 giugno può rappresentare “una data unificante, un giorno a sigillo di una comunità nazionale”, come si augurava il Presidente Ciampi, in cui gli Italiani possono riscoprire il proprio spirito identitario.

Proprio per ritrovare quello spirito, il FAI ha deciso di aprire i suoi Beni nel giorno della Festa della Repubblica rinunciando al biglietto d’ingresso e affidandosi alla generosità dei visitatori. Si tratta di un’occasione speciale, alla quale è possibile aderire prenotandosi obbligatoriamente sul sito www.ibenidelfai.it, all’interno del quale si possono trovare anche le informazioni su come visitare in sicurezza i Beni, gli orari e altri giorni di apertura ed eventuali servizi offerti in loco.

A partire sempre dal 2 giugno, i medici, gli infermieri e gli operatori del personale sanitario che visiteranno i Beni o parteciperanno agli eventi nazionali organizzati dalla Fondazione potranno ricevere in omaggio la tessera di iscrizione annuale al FAI, presentando in loco i documenti attestanti la propria professione: un gesto concreto e tangibile con cui la Fondazione intende mostrare la sua gratitudine nei confronti di chi ha operato in prima linea durante l’emergenza sanitaria, con lo stesso valore di chi in passato ha combattuto per la difesa del Paese.

Infine, per sottolineare e ribadire con forza anche in questa occasione quanto il voto sia in primis un dovere civico ma anche una straordinaria opportunità per determinare il nostro futuro, il FAI – attraverso le parole del suo Presidente Andrea Carandini – invita nuovamente tutti a partecipare al censimento de I Luoghi del Cuore: “Il due giugno celebriamo il primo suffragio universale di Italiane e Italiani e la rinascita dell’Italia in forma di Repubblica. Nella ricorrenza di quest’anno il FAI ripropone alla società civile un suffragio universale spontaneo che consente ai cittadini di votare per i propri luoghi del cuore. Questi luoghi rappresentano il volto della Patria che oggi prediligiamo e che intendiamo risanare e redimere. Così dopo aver protetto nei mesi trascorsi noi stessi, tutti chiusi in casa, possiamo proteggere la madre terra e i suoi paesaggi i cui fulcri sono i monumenti della natura, della storia e dell’arte. È il passato da vedere e in cui vivere – insieme a quello da leggere e da ascoltare – che conferisce alla vita durata, significato e bellezza, preparando così le persone a progettare un futuro che sia almeno degno delle passate civiltà e possibilmente migliore”.

La X edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, avviata lo scorso 6 maggio, ha già superato i 270mila voti. Dopo la prima fase di votazione effettuata esclusivamente online, a partire dal 2 giugno si potrà votare direttamente anche all’interno dei Beni del FAI.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127