Milano | 20 Maggio 2020

Mercati all’aperto, “Libertà ai sindaci lombardi, fondamentale evitare assembramenti”

Il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ribadisce la linea adottata per tutelare gli interessi degli ambulanti e la sicurezza della clientela

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Regione Lombardia, dopo una fase di sperimentazione, ha dato il via libera alla riapertura dei mercato all’aperto. E’ ovvio e necessario che ciò debba avvenire nel rispetto di regole che garantiscano la sicurezza di chi opera nel settore e dei clienti“.

Ad affermarlo è il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Abbiamo lasciato, come giusto che fosse, la più ampia libertà d’azione ai sindaci – ha sottolineato il governatore – per gestire al meglio le singole situazioni territoriali in una cornice che ha come obiettivo principale la tutela della salute pubblica. Condizione che la Regione pone come indifferibile è quella di avere un luogo di ingresso e uno di uscita, e di delimitare la zona del mercato per evitare che si creino assembramenti“.

Moniti che gli amministratori dell’alto Varesotto hanno pienamente recepito, adottando le dovute misure di sicurezza che nella giornata di ieri hanno consentito al mercato di Laveno Mombello e ai suoi ambulanti di tornare ad accogliere i clienti. Lo stesso avverrà per il Comune di Cuveglio ed è già avvenuto per il Comune di Porto Valtravaglia e per quello di Luino, allestito anche oggi in versione ridotta, per la terza settimana consecutiva, in attesa del pieno ritorno alla normalità, su cui i tecnici di palazzo Serbelloni stanno lavorando in vista del prossimo mercoledì, 27 maggio, data indicata per il reintegro di tutte le bancarelle, oltre a quelle del settore alimentare e di quello vivaistico.

“Si tratta di un modo di agire – ha concluso il presidente Fontana – che segue regole generali riguardanti ogni settore del commercio“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127