Alto Varesotto | 27 Aprile 2020

Non c’è pace per i frontalieri: lunghe code a Ponte Tresa, Zenna e Gaggiolo

Traffico intenso tra l'alto Varesotto e il Canton Ticino, a fronte delle numerose riaperture in terra elvetica. Mastromarino: "Nulla di fatto, è una sconfitta"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Traffico intenso e lunghe code anche oggi, lunedì 27 aprile, nei pressi dei pochi valichi di confine aperti tra l’alto Varesotto e Canton Ticino, da Lavena Ponte Tresa a Zenna, fino ad arrivare a Gaggiolo. È questa la situazione che migliaia di frontalieri, come avvenuto la scorsa settimana, sono costretti ad affrontare, dopo la riapertura di numerose attività in terra elvetica.

Se da mercoledì scorso i disagi sembravano essere stati risolti, cercando di far defluire l’afflusso di automobili in modo più scorrevole, da questa mattina, con l’aumento dei lavoratori italiani diretti verso il proprio posto di lavoro oltre confine, le criticità sono tornate a far capolino lungo tutto il territorio.

Code chilometriche e ore di attesa, che hanno indignato ancora una volta i frontalieri italiani, i quali hanno utilizzato i social network per esprimere tutto il loro disappunto. “Per le frontiere nulla di fatto – ha commentato ieri sera il sindaco di Lavena Ponte Tresa, Massimo Mastromarino -. Nonostante tutti gli sforzi compiuti, nessun altro valico sarà riaperto. Personalmente la vivo come una sconfitta perché credo che il territorio che rappresentiamo e le persone che lo vivono e lo abitano meritino più attenzione”.

A nulla sono serviti, almeno per il momento, i vari appelli e l’impegno da parte dei parlamentari italiani, quello del senatore Pd Alessandro Alfieri, capogruppo della Commissione Esteri, quello del deputato M5S Niccolò Invidia e l’intervento e le richieste della collega di “Italia Viva”, Maria Chiara Gadda. Anche da Regione Lombardia, il consigliere Emanuele Monti aveva provato a lanciare una petizione di raccolta firme per la riapertura dei valichi. Tutte proposte che, attualmente, non sono state recepite dalle autorità svizzere.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127