Roma | 20 Aprile 2020

Elezioni amministrative, il voto slitta all’autunno

I cittadini di Luino e Laveno andranno alle urne tra la metà di settembre e la metà di dicembre. Proroga dei mandati e ipotesi "election day" per Regionali e referendum

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il Consiglio dei Ministri nella seduta odierna ha ufficializzato una decisione attesa dall’inizio dell’emergenza sanitaria: le elezioni amministrative, inizialmente in calendario per la primavera, vengono per ovvie ragioni posticipate.

L’intervallo di date stabilito va dalla metà di settembre alla metà di dicembre, quando oltre mille comuni in tutta Italia saranno chiamati alle urne. Tra questi sono presenti anche due comuni lacustri del territorio: Luino (dove nei primi mesi dell’anno le realtà civiche locali e la Lega avevano dato il via alla fase di rodaggio della campagna elettorale, con i primi annunci rispetto a candidati, squadre e obiettivi) e Laveno Mombello.

Accanto alla questione delle amministrative c’è poi quella del referendum sul taglio dei parlamentari, previsto per il 29 marzo ma rinviato a settembre, e soprattutto l’incognita delle elezioni regionali che si terranno in ben sette territori (Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Puglia e Valle D’Aosta), dove i governatori hanno le idee chiare e rilanciano il loro appello: si voti nel minor tempo possibile, alla prima finestra utile e senza aspettare l’autunno o l’inverno.

Tradotto, la richiesta dei presidenti di regione – in prima linea Zaia, Toti e De Luca – è quella di attendere la fine del lockdown e indire le elezioni il 20 maggio, per portare gli elettori alle urne il 12 luglio, ovvero nella prima data utile stando a quanto previsto per legge.

Riguardo alla decisione definitiva, molto dipenderà anche dal dialogo e dal margine di trattative concesso agli enti locali. L’auspicio del governo è che si riesca a raggiungere un accordo che porti i cittadini al voto con il modello “election day“, che comprenda le Regionali e il referendum sul taglio dei parlamentari.

Nel frattempo, i sindaci dei comuni in cui si svolgeranno le Amministrative, continuano ad esercitare i rispettivi ruoli, nel pieno delle funzioni, grazie ad una proroga del mandato, la quale esclude automaticamente l’ipotesi del commissariamento.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127