EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Roma | 16 Aprile 2020

Emergenza RSA, “In Lombardia in arrivo ulteriori 25 medici dalla Protezione civile”

I parlamentari del Pd Alfieri e Braga: "Un primo passo, ma siamo già al lavoro per far arrivare nei prossimi giorni altro personale medico e infermieristico"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

In queste settimane diverse case di riposo della Lombardia sono state travolte dai contagi da Coronavirus – dichiarano i parlamentari del Partito Democratico, Alessandro Alfieri e Chiara Braga – e non si contano purtroppo più gli appelli di sindaci, rappresentati dei lavoratori e familiari preoccupati per la salute degli ospiti e del personale”.

A questi appelli – continuano i due parlamentari Pd -, Regione Lombardia da sola non riesce a rispondere come dovrebbe per provare a risolvere questo drammatico fronte dell’emergenza. Abbiamo quindi chiesto, ancora una volta, un aiuto alla Protezione civile nazionale, d’intesa con le prefetture dei nostri territori, e il primo risultato ottenuto è che nei prossimi giorni arriveranno in Lombardia altri 25 medici“.

“E’ questo un primo passo – concludono Alfieri e Braga -, ma siamo già al lavoro per far arrivare nei prossimi giorni altro personale medico e infermieristico. Ora è fondamentale che la Regione assegni una quota importante di questo personale sanitario all’ATS Insubria e che la stessa agenzia sanitaria di Varese e Como, piuttosto che dire che è tutto sotto controllo, non nasconda le criticità e si batta per aver il maggior numero di personale possibile tra quelli che vengono inviati da Roma”.

Nella mattinata di oggi era stato proprio il senatore Alfieri ad annunciare un’interrogazione presentata oggi al Senato della Repubblica sulla questione delle RSA, chiedendo chiarezza sulle responsabilità di Regione Lombardia.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127