Alto Varesotto | 30 Marzo 2020

Alto Varesotto, “Buoni Spesa” per aiutare le famiglie ad affrontare il Coronavirus

L'elenco dei fondi per l'alto Varesotto: a Luino 111.706 euro, a Ponte 59.509 euro e a Laveno 46.044 euro. Alfieri: "Misure rapide per aiutare chi è in difficoltà"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

400 milioni di euro sono quelli stanziati dallo Stato e destinati alle famiglie italiane per affrontare il Coronavirus, provando a far fronte alle mille difficoltà economiche che tante persone in tutto il paese sono costrette a vivere in questo periodo di emergenza.

Si tratta di fondi che saranno impiegati per quei nuclei familiari che, secondo analisi dettagliate effettuate dalle istituzioni, grazie alla collaborazione dei Servizi Sociali, hanno realmente bisogno per acquistare generi alimentari e beni di prima necessità.

“Nelle scorse settimane come Partito Democratico avevamo chiesto al Governo di mettere in campo misure rapide ed agili per aiutare le famiglie in difficoltà ad acquistare generi alimentari. Oggi possiamo dire che l’esecutivo è stato di parola”, dichiara il Senatore dem, Alessandro Alfieri.

Sono stati stanziati 400 milioni di euro che saranno distribuiti a chi davvero ha bisogno e non riceve già aiuti dallo Stato (tipo reddito di cittadinanza), grazie al prezioso filtro dei servizi sociali dei Comuni. Parliamo infatti di buoni spesa che possono arrivare fino a 300 euro. Contrariamente a quanto dicono alcuni sindaci leghisti, che fanno disinformazione, si tratta di interventi mirati, distribuiti non solo con il criterio della popolazione ma anche tenendo conto dei redditi complessivi di ciascun comune”.

Ecco alcuni esempi concreti sul nostro territorio: a Busto Arsizio sono stati assegnati circa 450.000 euro, in questo modo il Comune potrà aiutare almeno 1.500 famiglie bisognose e così anche Varese (circa 428.000 euro). A Gallarate l’aiuto potrà raggiungere almeno 1.000 nuclei famigliari (283.000 euro) e 700 a Saronno (209.000 euro).

Le cifre sono significative anche nei Comuni medi e piccoli: ad Arcisate infatti potranno essere aiutate almeno 250 famiglie, a Malnate 360, a Luino 380, a Lavena Ponte Tresa 200 e così via fino alle 9 di Marzio. “Inoltre – conclude Alfieri – i Comuni potranno integrare questi fondi o aprire sottoscrizioni ad hoc per raccogliere donazioni, in questo modo si rende molto più agile e veloce l’aiuto di chi è in difficoltà”.

I Comuni della nostra zona che riceveranno più fondi sono Luino (111.706 euro), Lavena Ponte Tresa (59.509 euro) e Laveno Mombello (46.044 euro). Ecco la lista dei Comuni dell’alto Varesotto e le cifre assegnate dal Governo:
Agra 3.707 euro
Arcisate 74.974 euro
Azzio 4.418
Bedero Valcuvia 3.913 euro
Besano 22.008 euro
Besozzo 50.097 euro
Brenta 10.577 euro
Brezzo di Bedero 7.796 euro
Brinzio 4.315 euro
Brissago Valtravaglia 10.421 euro
Brusimpiano 10.176 euro
Cadegliano Viconago 22.545 euro
Casalzuigno 9.795 euro
Cassano Valcuvia 5.264 euro
Castello Cabiaglio 3.006 euro
Castelveccana 13.013 euro
Cittiglio 23.831 euro
Cremenaga 8.838 euro
Cuasso al Monte 30.418 euro
Cugliate Fabiasco 30.759
Cunardo 25.779 euro
Curiglia con Monteviasco 1.560 euro
Cuveglio 23.737 euro
Cuvio 12.217 euro
Dumenza 13.597 euro
Duno 688 euro
Ferrera di Varese 6.389 euro
Gemonio 17.264 euro
Germignaga 32.047 euro
Grantola 11.253 euro
Lavena Ponte Tresa 59.509 euro
Laveno Mombello 46.044 euro
Leggiuno 21.307
Luino 111.706 euro
Maccagno con Pino e Veddasca 21.076
Marchirolo 34.327 euro
Marzio 2.682 euro
Masciago Primo 2.183
Mesenzana 13.793 euro
Montegrino Valtravaglia 12.372 euro
Monvalle 11.604 euro
Orino 4.755 euro
Porto Ceresio 23.255 euro
Porto Valtravaglia 16.276 euro
Rancio Valcuvia 7.195 euro
Sangiano 9.006 euro
Tronzano Lago Maggiore 2.166 euro
Valganna 13.064 euro

Qui trovate l’ordinanza 658 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con l’elenco completo di tutti i Comuni e dei fondi per il “Buono Spesa”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127