EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Italia | 9 Marzo 2020

Coronavirus, “Misure più restrittive, scatta la zona protetta in tutta Italia”

L'annuncio è arrivato questa sera dalla conferenza stampa tenuta dal premier Giuseppe Conte da Palazzo Chigi. Provvedimenti estesi a tutta Italia

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Non più solo regione Lombardia e le province già indicate dal DPCR dell’8 marzo di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, ma anche tutto il resto di Italia.

La “zona arancione” per l’emergenza Coronavirus così si estende a tutta Italia e nel nuovo decreto “Io resto a casa”, che il premier Giuseppe Conte firmerà questa sera e che sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale domani, martedì 9 marzo, ci saranno tre fondamentali disposizioni valide per tutti i cittadini: saranno da evitare tutti gli spostamenti, che saranno autorizzati solo ed esclusivamente per comprovate ragioni di lavoro, casi di necessità e motivi di salute.

Oltre a questo, durante la conferenza stampa tenuta dal Presidente del Consiglio a Palazzo Chigi, è stata annunciata l’entrata in vigore del divieto di assembramenti all’aperto e locali aperti al pubblico, mentre in tutte le scuole di ogni ordine e grado, isole comprese, sono sospese le attività didattiche fino al 3 aprile, così come già in corso in Lombardia e nelle altre province.

“Comprendiamo questo sia un momento difficile per tutti noi – commenta in conferenza stampa il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte -, ma sono costretto ad intervenire in questo modo più deciso, insieme al Governo, per proteggere tutti noi e, soprattutto, le persone più fragili e più vulnerabili. Viviamo in un sistema in cui garantiamo il diritto alla sanità a tutti, non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Noi, voi con me, abbiamo una grande responsabilità”.

Penso ai medici e agli infermieri che lavorano senza sosta – continua Conte -, e che fanno di tutto per assistere le persone contagiate di Coronavirus e rischiano tutti i giorni la loro salute, compiendo un nobile gesto di solidarietà. La decisione giusta è quella di stare a casa, oggi più che mai dobbiamo essere responsabili”.

Estesa in tutta Italia, inoltre, anche la sospensione di tutte le manifestazione sportive, “Non c’è nessuna ragione per farle proseguire – ha detto Conte -. Tutti i tifosi devono prenderne atto. Non consentiremo neppure che possano essere utilizzate le palestre per le attività sportive”.

In diretta da Palazzo Chigi

Gepostet von Giuseppe Conte am Montag, 9. März 2020

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127