Canton Ticino | 26 Febbraio 2020

Ticino, Coronavirus: stop alle manifestazioni di carnevale. Hockey a porte chiuse

Christian Vitta, presidente del Consiglio di Stato: "Scuole riaperte a partire da lunedì prossimo. Invitiamo i genitori a tenere a casa i figli influenzati"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dopo la conferma del primo caso di Coronavirus in Canton Ticino, avvenuta ieri, il Consiglio di Stato, durante la conferenza stampa di oggi pomeriggio, nella quale sono intervenuti Christian Vitta, presidente del Consiglio di Stato, Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità (DSS), Paolo Bianchi, direttore della Divisione della salute pubblica del DSS, e Giorgio Merlani, medico cantonale del Cantone Ticino, prime misure restrittive sul territorio.

Il primo a confermarlo è stato Christian Vitta, presidente del Consiglio di Stato, che ha annunciato le decisioni prese dal Consiglio di Stato a partire da domani, momento dal quale sono bandite da tutto il suolo cantonale tutte la manifestazioni legate ai Carnevali. Inoltre, le due partite di hockey, quella a Quinto, dove giocherà l’Ambrì, e il derby di Lugano, si giocheranno a porte chiuse.

Allo stesso tempo, però, Vitta ha annunciato la riaperture delle scuole a partire da lunedì prossimo, il 2 marzo, invitando i genitori che hanno figli influenzati a tenerli a casa, mentre per evitare problemi a tutte le famiglie, a titolo preventivo, sono bandite tutte le gite scolastiche al di fuori della Svizzera.

Commenti più specifici, invece, sono stati effettuati da De Rosa, Bianchi e Merlani, che hanno fatto il punto della situazione e hanno presentato il monitoraggio in corso in tutto il territorio del Canton Ticino, ricordando ancora una volta i consigli utili a tutta la popolazione e le responsabilità individuali e collettive che ognuno di noi ha nell’affrontare questa grande enorme sfida, ovunque.

Il piano di azione da parte del Consiglio di Stato ticinese, invece, è in continuo aggiornamento ed è probabile che, qualora fosse necessario, saranno prese misure ulteriori rispetto a quelle annunciate già nella giornata odierna. Per questa ragione il Ticino ha messo a disposizione anche un numero telefonico per ricevere qualsiasi tipo di informazione, chiamando il numero +41 800 144 144.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127