Lombardia | 18 Febbraio 2020

Disabilità gravi e gravissime, “Sostegno da Regione Lombardia fino a oltre mille euro mensili”

Ad affermarlo è il consigliere regionale leghista e presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti: "Il Governo ci lascia soli, invito il premier Conte a Milano"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“La nuova delibera per le disabilità gravi e gravissime, oltre a riportare il contributo minimo a 600 euro mensili come richiesto dal mio emendamento, garantisce la copertura delle prestazioni sanitarie e dei servizi per le persone con disabilità fino a 1200 euro mensili (1700 per i casi più gravi). Possiamo dire che la delibera di giunta ha un primato nazionale: quello di fondere veramente per la prima volta il sanitario con il sociale, garantendo sia la quota sociale sia quella economica per i caregivers”.

Così Emanuele Monti (Lega), Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia, sulla nuova delibera sulle disabilità gravi e gravissime della Giunta regionale. “Abbiamo ascoltato l’Assessore Bolognini in Consiglio regionale e oggi in Commissione. Sono orgoglioso del lavoro svolto, portato avanti ascoltando tutte le associazioni, con un’ampia discussione che ha coinvolto tutti – dice Monti – come ha spiegato la Dg, la nuova delibera prevede il buono mensile 600 euro per tutti, ai quali si aggiungono fino a 500 euro per personale regolarmente impiegato, fino a 800 euro per il progetto si vita indipendente e il voucher di servizio da 460 euro”.

Un provvedimento che va ad aiutare le persone con autismo, così come tutti i soggetti che hanno fragilità di altro tipo – sottolinea Monti -. Lo Stato incrementa il Fondo per la non autosufficienza, ma di una quota decisamente inferiore rispetto ai bisogni degli abitanti, bisogni di cui abbiamo avuto conferma da parte di tutti gli interlocutori – prosegue il Presidente di Commissione – è ancora Regione Lombardia che riesce non solo a garantire, ma ad aumentare, il sostegno alle categorie più fragili dei propri concittadini. Il Governo nazionale fa, ma non fa abbastanza, come al solito”.

E qui Monti aggiunge una nota polemica: “La Lombardia fa di tutto per la disabilità, ma lo Stato dov’è? Il Governo Conte-bis, che ha eliminato il Ministero per la Disabilità, cosa sta facendo? Ce lo dicano i Consiglieri di centrosinistra, che sanno solo criticare la Lombardia. Invito a svolgere qui a Milano la Commissione nazionale Disabilità e Sociale. E soprattutto invito il premier Conte. Con 54 miliardi di euro che la Lombardia ha ogni anno di residuo fiscale, forse è giusto che si prendano decisioni anche a Milano. In ogni caso, le misure messe in campo da Regione stimoleranno ancora di più il sistema a prendere in carico i disabili sia nel sistema pubblico che nel sistema privato accreditato”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127