Porto Ceresio | 7 Gennaio 2020

Tentati furti a Porto Ceresio, i ladri mettono a soqquadro le scuole

Questa mattina la scoperte del personale scolastico, ma la prevenzione non ha permesso ai malviventi di portar via materiale di valore. Indagano i carabinieri

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ritorno tra i banchi inaspettato per gli insegnanti e gli studenti della scuola primaria di secondo grado a Porto Ceresio, sita in via Mulino di Mezzo 30, che fa parte dell’Istituto Comprensivo “Enrico Fermi”, già oggetto di furti lo scorso 23 dicembre a Besano. La scoperta del tentativo di furto è stata fatta stamane, martedì 7 gennaio, dalla vicepreside Debora Bianchini e dal personale della segreteria.

Una volta entrati arrivati all’ingresso della scuola, infatti, hanno trovato chiari segni di effrazione al portone principale, prima di vedere i corridoi e alcuni uffici messi a soqquadro, con carte, libri e documenti gettati in terra. Fortunatamente, però, prima delle vacanze natalizie, il personale scolastico aveva messo tutti gli oggetti di valore all’interno di una cassa blindata e così i ladri non hanno portato via niente di rilevante, ma hanno solo rubato dei crakers e le poche monete della macchinetta del caffè, che successivamente hanno distrutto.

I malviventi, però, hanno colpito anche la scuola materna paritaria, distante solo 700 metri dalla scuola media, dove si sono intrufolati e hanno provato a rubare qualcosa di valore. Anche in questo caso, però, i ladri hanno portato via ben poco, grazie alle maestre che prima delle vacanze avevano messo al sicuro i beni preziosi.

Così sono state allertate le forze dell’ordine: in poco tempo sono arrivati sia la sindaca Jenny Santi, a scuola per sincerarsi della situazione, che i carabinieri della Stazione di Porto Ceresio, intervenuti per raccogliere elementi utili alle indagini e per ascoltare le testimonianze delle insegnanti, che hanno trovato in terra un piede di porco, consegnato ai militari dell’Arma che lo analizzeranno per provare a trovare le impronte digitali, grazie alle verifiche della Scientifica di Varese. A questo, inoltre, si aggiungono le immagini della videosorveglianza che hanno registrato tutto e saranno sottoposte a verifica da parte dei carabinieri.

“È stato sicuramente fondamentale il nostro investimento sulla sicurezza degli edifici scolastici, per le strade di accesso e gli ingressi – commenta la sindaca Jenny Santi -. I furti erano avvenuti anche a Besano lo scorso 23 dicembre, ma il fatto che i docenti abbiano messo in sicurezza tutti gli oggetti di valore non ha permesso ai ladri di portar via qualcosa di rilevante. Siamo indignati, ma per fortuna bisogna solo sistemare e riordinare i locali dopo l’incursione dei ladri”.

La nostra Polizia locale ha già consegnato le immagini della videosorveglianza ai carabinieri, che stanno indagando e collaborando con i colleghi del territorio per trovare i responsabili. Rispetto ad altre scuole, però, il danno è stato molto limitato, a dimostrazione dell’importanza della collaborazione tra scuole e forze dell’ordine”, conclude Santi.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127