Curiglia con Monteviasco | 6 Gennaio 2020

Monteviasco, la gestione della funivia al Comune. “Velocizziamo i tempi per la riattivazione”

Incaricati i professionisti che elaboreranno una relazione da presentare all'Ustif con gli interventi da eseguire, dopo l'ok per i 275mila euro da Regione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Lo scorso 20 dicembre, poco prima di Natale, attraverso una delibera del consiglio comunale, l’amministrazione di Curiglia con Monteviasco ha approvato la gestione diretta temporanea dell’esercizio della funivia “Ponte di Piero – Monteviasco”, finalizzata al tanto agognato ripristino dell’operatività dell’impianto di risalita, ormai fuori uso da quel lontano 12 novembre 2018, giorno in cui il manutentore Silvano Dellea è stato vittima di un tragico incidente.

Da allora l’USTIF, l’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi sotto competenza del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, aveva sospeso il nulla osta per il trasporto di persone sull’impianto, al quale si era aggiunto anche il sequestro dell’impianto, da parte della Procura della Repubblica di Varese, per effettuare le indagini. Impianto poi dissequestrato il 18 dicembre 2018.

In questi mesi sono stati tanti gli incontri e gli atti pubblici e burocratici, come il bando di gara per la gestione della funivia assegnata alla cooperativa “Montagna Domani” – e la successiva revoca nel mese di novembre – volti a far ripartire la funivia e, soprattutto, a porre fine ad un isolamento, quello di Monteviasco, che dura ormai da quasi 14 mesi e che vede quotidianamente i carabinieri della stazione di Dumenza portare aiuti e sostegno ai pochi residenti del piccolo e caratteristico borgo.

Nel mese di dicembre, però, grazie al finanziamento da parte di Regione Lombardia, che investirà sulla funivia 275mila euro per ripristinare il servizio ed il collegamento, finalmente sembra che qualcosa si sia mosso concretamente e che la gestione diretta temporanea dell’esercizio da parte del Comune possa dare più slancio ai lavori da effettuare prima di ricevere le autorizzazioni per la riattivazione dell’impianto da parte dell’Ustif.

“Non ci siamo fermati neanche in questo periodo – commenta la sindaca di Curiglia con Monteviasco, Nora Sahnane -. L’obiettivo è quello di riattivare l’impianto il prima possibile e la gestione diretta temporanea è un’operazione burocratica che ci permetterà di velocizzare i tempi per redarre tutta la documentazione utile da presentare all’Ustif. Gli interventi da fare verranno valutati nelle prossime settimane e predisporremo poi tutte le opere per la messa in sicurezza. Una volta terminate, aspetteremo le verifiche e i sopralluoghi dei tecnici”.

Solo allora, infatti, la funivia potrà ripartire, non solo per la gioia di residenti e di tutto il paese, ma anche per i possessori di seconde case, di turisti e di appassionati di montagna e trekking che, nonostante tutto, in questi mesi non hanno mai abbandonato Monteviasco.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127