Maccagno con Pino e Veddasca | 4 Gennaio 2020

La Forcora e la Veddasca ricordano il sacrificio del vigile del fuoco Luciano Pettik

39esimo anniversario dalla morte del pompiere che si era prodigato per domare le fiamme nel bosco. Intervenuti anche il sindaco Passera e il presidente CMVV Castoldi

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Oggi, sabato 4 gennaio, presso la chiesetta dedicata alla Madonna delle Nevi in Forcora, è stato ricordato il vigile del fuoco Luciano Pettik, tragicamente morto il 2 gennaio del 1981, durante il pauroso incendio che lo ha visto impegnato con altri colleghi nei boschi della Veddasca in fiamme.

L’incendio aveva colpito una zona boschiva e il 43enne Luciano, caposquadra del reparto di Milano dei Vigili del fuoco, insieme ai suoi colleghi, era intervenuto per domare il rogo, perdendo tragicamente la vita.

Nel 2003, a ventidue anni dalla tragedia, fu inaugurato a cura della Provincia di Varese un cippo alla memoria di Luciano Pettik, collocato all’esterno della Chiesa dedicata alla Madonna della Neve, dove questa mattina è stata posizionata una corona in suo ricordo da parte del sindaco Fabio Passera, insieme agli Alpini sezione di Luino, ai vigili del fuoco della provincia di Varese e Milano, in servizio e congedo, ai volontari della Protezione civile di Maccagno.  Con loro anche il figlio Maurizio, che all’epoca dei fatti aveva solo 11 anni.

“Anche quest’anno, è stata una grande emozione – racconta il sindaco Fabio Passera -. In quel lontano 1981 io ero solo un ragazzino, ma ricordo benissimo le tristi emozioni e lo sgomento di tutta questa zona. Spesso diamo per scontato la presenza e il lavoro dei vigili del fuoco, ma loro sono fondamentali per l’incolumità di tutte le persone. Proprio per questa ragione, per me il sacrificio di Luciano Pettik, davvero, non è stato invano”.

Una corona d’alloro è stata posata anche nel luogo esatto della scomparsa, all’interno del bosco, prima della Santa Messa che è stata celebrata da don Viniero Roncarati, a ricordo di Luciano, dal presidente Comunità Montana Valli del Verbano, Simone Castoldi.

“Sono onorato di aver partecipato a questa commemorazione – commenta il presidente Simone Castoldi -. Occasioni come queste servono da monito per le nuove generazioni, per far capire loro il valore di questi uomini e queste donne in divisa che quotidianamente mettono a repentaglio la loro vita a disposizioni di tutta la comunità. Credo sia necessario ritrovare quello spirito di solidarietà e il rispetto verso di loro, in un momento in cui la società, sempre più spesso, dimostra di aver poco senso civico e senso delle istituzioni”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127