Germignaga | 29 Dicembre 2019

Viabilità a Germignaga, l’assessore Corbellini racconta l’operato tra bilanci, obiettivi e progetti

Si chiude il 2019 e l'assessore Corbellini ha voluto fare il punto della situazione sulle materie di sua competenza tra sicurezza, parcheggi, strade e Polizia Locale

Tempo medio di lettura: 5 minuti

Ieri pomeriggio l’assessore Gianni Corbellini ha voluto raccontare a tutta la popolazione del paese, tramite un post su Facebook, la situazione relativa al servizio di Viabilità e Polizia Urbana del Comune di Germignaga, deleghe affidategli dal sindaco Marco Fazio lo scorso maggio, in merito all’attività svolta, alle difficoltà incontrate finora, ma soprattutto agli obiettivi previsti nel bilancio 2020.

“Premetto che scopo di questo post è quello di informare e magari raccogliere costruttivi pareri e proposte, che non scadano però in proclami o ‘boutade’ derivanti da risentimento o totale disinformazione che troppo spesso popolano i social e che, ben inteso, rimarranno senza seguito alcuno”, esordisce Corbellini.

“Evidenzio come stiamo parlando di qualche mese del 2019 e del solo 2020, il primo anno pieno di un mandato amministrativo che durerà cinque anni. Ovviamente – continua l’assessore – è ben noto come le criticità ed i punti di attenzione siano molti e più numerosi (e tutti meritevoli di attenzione) di quelli che si vogliono affrontare nell’anno a venire: purtroppo le risorse finanziarie sono limitate, le risorse di personale sono numericamente ridotte e le incombenze burocratiche che caratterizzano la pubblica amministrazione non sono state certamente pensate per dare snellezza al lavoro quotidiano”.

L’assessore Corbellini, inoltre, ha reso note diverse questioni e progetti. Ecco il testo integrale.

L’organico della Polizia Municipale del Comune di Germignaga – spiega ancora Corbellini – è composto da un vigile (Comandante), in servizio per 36 ore la settimana, e da un secondo vigile (Vice Comandante), in servizio per 30 ore la settimana, usufruendo costantemente, ed appieno, del monte ore che la legge riconosce ad amministratori comunali di altri Comuni ‘per lo svolgimento della carica’ (ndr. con onere finanziario interamente a carico del Comune ove il dipendente presta servizio).

A supporto del nostro Comune operano anche due agenti provenienti da altri Comuni “a comando” per un massimo di otto ore settimanali, compatibilmente però con le esigenze di servizio presso i Comuni di provenienza. Da inizio settembre il vice-comandante risulta assente per certificata malattia.

Va ricordato che:
– La normativa vigente non consente ampliamento della pianta organica al fine di nuova assunzione.
– I parametri della normativa vigente non consentono, per i vigili a comando, di andare oltre le otto ore settimanali.
– I vigili di Germignaga svolgono anche il quotidiano servizio di “messo notificatore”.
– Le incombenze relative al quotidiano lavoro di ufficio (apertura sportello al pubblico, adempimenti burocratici, gestione delle notifiche, gestione delle contravvenzioni, rapporti con altri Enti, Forze dell’Ordine, Magistratura etc) necessitano di non meno di 20 ore settimanali.
– A solo titolo indicativo (in quanto il raffronto dovrebbe comprendere una serie maggiore di parametri, quali complessità territoriale, numero di scuole da presidiare, numero di servizi sovracomunali sul territorio etc) il rapporto tra numero di abitanti e numero di vigili/messi notificatori mediamente presenti in realtà limitrofe evidenziano un addetto ogni 1110 abitanti; nel nostro caso, ad organico pieno (2 vigili) un addetto ogni 2000 abitanti e, addirittura, nella situazione degli ultimi quattro mesi (1,4 vigili – uno a tempo pieno e due a comando) un vigile ogni 2769 abitanti. Evidentemente troppo poco per una attività di maggiore e più costante presenza su territorio.

Detto ciò e nella speranza che il nostro Ufficio di Polizia Comunale possa al più presto tornare almeno ad organico completo, al fine di poter garantire una indispensabile maggior presenza sul territorio, l’Assessorato alla viabilità ha utilizzato questi mesi di forzatamente ridotta attività esterna per definire un sostenibile (dal punto di vista finanziario e temporale) piano di lavoro, del quale riporto elenco che potrà avere carattere di ufficialità solo ad avvenuta approvazione del bilancio di previsione 2020.

Un elenco sommariamente diviso per tipologia di intervento, con riserva di fornire poi, gradatamente, nelle prossime settimane, informazioni più dettagliate sul merito e sulla tempistica:

– Sicurezza attraversamenti pedonali:
a) via Filzi, realizzazione di un nuovo attraversamento pedonale con annesse opere per miglioramento visibilità; dotazione, su altro già esistente, di impianto semaforico “a chiamata”, a tutela, principalmente, del deflusso alunni scuola media (richieste di autorizzazione già inoltrate a Ente provincia – in attesa di riscontro).
b) Zona Ponte per Luino/Via Fornara, diversa collocazione dell’attraversamento pedonale ed illuminazione secondo moderna tecnologia a led, mantenendo anche i lampeggianti recentemente installati (già richiesto materiale tecnico e preventivi).
c) Via Mameli, zona oratorio/Opaar illuminazione secondo moderna tecnologia a led dell’attraversamento esistente. (già richiesto materiale tecnico e preventivi).
d) Via Stehli, zona ingresso Premaggi, idem c.s. (già richiesto materiale tecnico e preventivi).
e) Via Bodmer, posizionamento in zona uscita via Ongetta di semaforo “a chiamata” per nuovo attraversamento pedonale con eliminazione degli altri esistenti in prossimità (richiesta di autorizzazione già inoltrata a Ente provincia – in attesa di riscontro).

– Sicurezza viabilistica e contenimento della velocità:
a) via Bodmer, installazione di rilevatori lampeggianti di velocità che avvisino gli utenti in transito e sollecitino il rispetto dei limiti (richiesta di autorizzazione già inoltrata a Ente provincia – in attesa di riscontro).
b) Via Bodmer, posizionamento apparati per utilizzo periodico di rilevatore radar della velocità e sanzionamento delle infrazioni (richieste di autorizzazione già inoltrata a Ente provincia – in attesa di riscontro).
c) Via Bodmer, rimodulazione dell’asse stradale in prossimità dell’uscita di via Ongetta, per indurre rallentamento della velocità (richiesta di autorizzazione già inoltrata a Ente provincia – in attesa di riscontro).
d) Via Toti realizzazione dosso.

– Disordine viabilistico e sicurezza dei pedoni:
a) Intervento sul tratto compresso tra piazza XX Settembre e la chiesa Parrocchiale (via Cadorna, piazza Partigiano, via dei Mille) dove si verificano ricorrenti situazioni di pericolo per disordinato parcheggio, molto spesso figlio di pigrizia e assenza di senso civico (parcheggi vuoti e soste fuori dagli spazi); l’intervento previsto è finalizzato ad impedire di fatto e fisicamente il parcheggio fuori dai nuovi spazi che verranno delimitati (in misura anche superiore all’attuale), all’eliminazione di situazioni di pericolo per i pedoni ed introduzione di parcheggi a pagamento, fatta salva una gratuità per le soste di tempo limitato al fine anche di non penalizzare ed anzi favorire l’attività degli esercizi della zona (progetto in avanzata elaborazione).
b) Chiusura del transito in via San Carlo, che sarà consentito ai soli residenti.
c) Zona Scuole elementari, radicale intervento per eliminare o almeno limitare drasticamente lo sconcio dei parcheggi selvaggi, almeno in fase di uscita degli alunni da scuola. Sconcio che mette in grave pericolo l’incolumità dei bambini e di chi si trova a transitare, oltre al disagio, spesso arrogantemente imposto, ai residenti che si devono recare alle loro abitazioni.

Allo studio diversa modalità di deflusso alunni, recupero aree parcheggio, posizionamento strutture che impediscano parcheggio sui marciapiedi e sistematico servizio di vigilanza (indispensabile qui la disponibilità del pieno organico) per il contenimento ed il sanzionamento delle situazioni di intralcio e pericolo. Progetto in avanzata fase di definizione e di condivisione con la Direzione Didattica, costruito anche sulle risultanze di un capillare monitoraggio della provenienza della auto parcheggiate “fuori posto” con relativo calcolo della distanza “casa-scuola” (presenti alcuni dati veramente sconcertanti).

Parcheggi:
a) Realizzazione nuovo parcheggi all’entrata del Boschetto, zona Nadir, con asfaltatura dell’area ora sterrata in fregio alla sbarra di ingresso. Detti parcheggi avranno medesima regolamentazione di quello dell’Area Fontanelle, cioè a “a pagamento” in periodo estivo. Ciò al fine anche di inibire poi, in modo “indolore”, il pericoloso parcheggio sulla curva di via Bodmer, zona ponte sul San Giovanni.
b) Realizzazione in diverse zone di parcheggi per disabili, ove assenti, di parcheggi “carico e scarico merci” (necessari in misura crescente stante le nuove abitudini di acquisto on line) e di parcheggi per moto al fine di agevolare l’utilizzo di questi meno ingombranti mezzi (ovviamente, quindi , parcheggi non a pagamento).

Si tratta ovviamente dell’elenco degli interventi più rilevanti, altri ne verranno via via messi in cantiere; tutto ciò indipendentemente dalla normale attività ordinaria di rifacimento segnaletica orizzontale deteriorata e di revisione della segnaletica verticale per la rimozione di situazioni di deterioramento, di inutilità o di doppia presenza.

Nelle prossime settimane, verificato che sia possibile una interlocuzione civile e razionale su questo “canale social” verranno gradatamente forniti maggiori dettagli sul merito e la tempistica degli interventi sopra indicati.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127