Ticino | 3 Dicembre 2019

Furti in Ticino: finiscono in manette anche due 15enni

Prosegue l'attività di indagine della Cantonale dopo le recenti segnalazioni. Tra gli effetti personali delle adolescenti, fermate ieri, trovati attrezzi da scasso

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

L’attività di indagine che la Polizia cantonale sta svolgendo, insieme ai colleghi della città di Lugano, al fine di identificare gli autori dei diversi furti con scasso avvenuti recentemente sul territorio, ha prodotto nelle scorse ore nuovi risultati degni di nota.

Ai tre arresti di cui abbiamo parlato ieri, se ne sono infatti aggiunti altri due che destano particolare preoccupazione per la giovane età delle persone sospettate di furto, danneggiamento e violazione di domicilio.

Si tratta infatti di due 15enni, entrambe cittadine italiane e residenti in Italia, come si apprende dalla Magistratura dei minorenni e dalla stessa Polizia cantonale. Le ragazze sono state intercettate nel pomeriggio di ieri a Lugano, intorno alle 16.30.

La perquisizione delle forze dell’ordine ha permesso di rinvenire, tra gli effetti personali delle due, alcuni attrezzi da scasso con i quali le adolescenti si sarebbero introdotte in diverse case da cui sono partite nelle ultime settimane le segnalazioni per furto. L’area oggetto dei colpi, si apprende infine da fonti investigative, è situata nelle vicinanze della stazione ferroviaria.

(Foto di copertina da www.tuttoggi.info)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127