Varese | 2 Dicembre 2019

Bocce, per il Piemonte è sempre Custoza: il Possaccio del luinese Chiappella cade a Perugia

Il resoconto del weekend di bocce, dove le squadre piemontesi hanno perso. Niente da fare per il Borgomanero sul campo dei BeiGiurà a Cuvio

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(articolo di Roberto Bramani Araldi) Sarà certamente un caso, ma, come dicevano i latini, “repetita iuvant”. Talora il ripetersi di eventi qualificabili come sfavorevoli non è detto che costituisca qualcosa che giova, anzi. Eppure una corrente di pensiero autorevole afferma con convinzione che dalle sconfitte s’impara. Sovente s’impara a perdere.

Non sempre, ma con preoccupante sequenza, non appena Possaccio varca i confini del Piemonte e si avventura in altre zone del Bel Paese, incappa in pericolosi inciampi che potrebbero pregiudicare seriamente il cammino verso il primato del girone. Dopo l’Aquila, questo sabato altro passo falso a Perugia contro il S. Angelo Montegrillo – 5-3 per i perugini – che occupava il terzo posto in classifica e ora raggiunge i verbanesi al secondo, lasciando come capolista solitaria i modenesi della Rinascita.

La sindrome di Custoza – non è noto se quella del 1848 o del 1866 – comincia ad aleggiare in modo preoccupante e lo è ancor più considerando l’altra sconfitta subita dalla “La Bocciofila” di Borgomanero in quel di Cuvio, dove i galvanizzati alfieri della BeiGiurnà hanno condotto una gara accorta, trionfando per 5-3.

Per i piemontesi questa volta non c’era di fronte il generale Radetzky con le sue armate austriache, bensì gli agguerriti combattenti di Brenta che, guidati da un impavido Fabio, emulo di quell’Orsini Fabio, capitano di ventura, che alla fine del 1400, conquistò svariate vittorie in battaglia, sbaragliano gli avversari.

Il Fabio, di casata Zosi, “decide” di essere “decisivo”, gioca quattro set, ne vince tre – due in coppia e un individuale – dando spettacolo con bocciate quasi sempre perfette per esecuzione anche in situazioni di notevole difficoltà. Non si pensi che le altre truppe siano state da meno, tuttavia l’aver portato tre punti su cinque ha permesso la costruzione di una buona parte del fabbricato.

L’incontro sembrava indirizzato dopo il primo tempo, concluso sul 3-1 per i lombardi, poi il doppio successo della coppia piemontese in concomitanza con l’unico, fino a quel momento, di Fabio teneva il risultato ancora in bilico sul 4-3. Ma poteva il condottiero tradire le sue caratteristiche? Mai. L’ultima vittoria doveva essere la sua è così è stato grazie anche al brillante contributo del suo compagno d’avventura Gigi De Toni.

Così nel Campionato di promozione per Società di terza categoria i BeiGiurnà guidano a punteggio pieno con le avversarie, inchiodate a zero, che dovranno dirimere fra loro il 14 dicembre chi potrà rappresentare la potenziale insidia per il primato del girone.

PILLOLE DI BOCCE:
– Venerdì 29 novembre – Vergiate – finali gara a coppie: 1) Rama/Zarini – Renese; 2) Marostica/Todeschini – Renese; 3) Molinari/Savelli – Casciago; 4) Boaretto/Paracchini – Oleggese. Direttore di gara – Paglia Maurizio.
– Sabato 30 novembre – Campionato Italiano Serie A2 – Settima giornata: S. Angelo Montegrillo (PG) – Possaccio (VCO) – 5-3 (50-47). Classifica – Rinascita 18, Possacco e S.Angelo Montegrillo 15.
– Sabato 30 novembre – Campionato promozione a squadre Prima Categoria: Seconda giornata – F.lli d’Italia – Cadorago 5-3.
– Sabato 30 novembre – Possaccio – Campionato promozione a squadre Seconda Categoria: Seconda giornata – Possacccio – Renese 5-3.
– Sabato 30 novembre – Cuvio – Campionato promozione a squadre Terza Categoria – Seconda giornata – Girone 1 – BeiGiurnà – La Bocciofila Borgomanero 5-3.
– Lunedì 02/04 dicembre – Vergiate – Semifinali e finali individuale F.lli d’Italia.
– Venerdì 06 dicembre – Cuvio – Finale regionale coppie A,B,C,D.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127