EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 23 Novembre 2019

Luino, 23mila euro al “Monsignor Comi” grazie ai volontari della casa di riposo

Ieri la bella notizia durante l'assemblea dell'associazione per il rinnovo delle cariche. Vissi: "Difficoltà superate anche grazie al cuore di queste persone"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

I membri dell’associazione di volontariato “Monsignor Comi” ricorderanno certamente con orgoglio l’esperienza degli ultimi tre anni a contatto con gli ospiti della casa di riposo di via Forlanini a Luino.

Per il gruppo, che in totale registra 220 soci e che può contare sull’attività gratuita e costante di circa settanta persone, si è chiuso ieri un triennio vissuto a stretto contatto con le complesse dinamiche gestionali della Fondazione, critiche a tal punto da rendere necessario il commissariamento, già nel 2012, un fatto che ha investito direttamente non solo la politica locale, ma più in generale l’intera comunità lacustre, che ha temuto per la stabilità di una struttura considerata di fondamentale importanza per tante famiglie del territorio.

Di questa esperienza, attraversata con determinazione dai volontari, nella consapevolezza di dover proseguire un’attività di supporto quotidiano irrinunciabile per tante persone, si è parlato durante l’assemblea che nel tardo pomeriggio di ieri ha sancito il rinnovo delle cariche per il comitato di gestione, e durante la quale è stato reso noto, con altrettanta fierezza, l’importo di una nuova donazione che il gruppo ha indirizzato alla casa di riposo. 23mila euro, solo il più recente di una serie di contributi che negli ultimi tre anni ha raggiunto quasi i 50mila euro.

Per Silvana Lalicata, presidente uscente, il percorso intrapreso – a livello umano e personale – ha assunto i tratti di una scommessa voluta e indubbiamente vinta. “Un ruolo nuovo per me – ha affermato nel suo discorso di fine mandato – affrontato prendendo coscienza dei compiti, predisponendo gradualmente la linea da seguire, in un contesto di piena trasparenza e democrazia, rispettando esigenze e norme vigenti, e con una grande stima per la precedente gestione“.

Dalla razionalizzazione degli interventi, dettata inevitabilmente dalla più che delicata situazione, si è passati a piccoli ma incisivi passi verso una sensibile riorganizzazione, lanciata nel 2017, con iniziative sempre più degne di nota e con risorse liberate per essere poi investite in vari ambiti, sempre e comunque connessi alla qualità del tempo libero degli anziani ospiti, con il contributo all’organizzazione dei pranzi e delle cene sociali, dei tanti momenti di convivialità e condivisione, degli spazi culturali e di varie altre iniziative che godono ora di un posto prezioso tra i ricordi.

Lungo la rotta delle tappe salienti, i traguardi come detto sono stati molteplici, ma uno in particolare ha assunto un carattere rappresentativo ed emblematico nel discorso di fine mandato del presidente Lalicata: il conferimento di una menzione d’onore, lo scorso anno, a Bruno Marcozzi, instancabile collaboratore e socio, premiato dal Centro di Servizio per il Volontariato dell’Insubria insieme ad altri esponenti di virtuose realtà locali in campo sociale.

Ma quello di Bruno non è un esempio isolato all’interno dell’associazione, che gode della disponibilità e della bontà d’animo di decine di persone, sempre in prima linea per andare incontro alle esigenze degli ospiti, come sottolineato anche nel commento conclusivo del presidente della Fondazione Monsignor Comi, Gianluca Vissi: “L’associazione è importantissima nella vita della Fondazione, aggiunge qualità ai momenti di tutti i giorni. Il bar Girasole poi è gestito in modo impeccabile: puntualità e presenza, sempre in forma spontanea, non sono mai venute meno. I momenti difficili sono passati, anche grazie al cuore di queste persone”.

Espletate le pratiche relative alle votazioni, quello che segue è il nuovo comitato di gestione scelto dai soci: Antonella Bonora, Silvana Lalicata (riconfermata), Loredana Cerrone, Cecilia Sabò, Adele Gazzoni. L’associazione ha scelto infine di dotarsi di un organo di controllo monocratico (facoltativo, come da regolamento) per avere una maggiore attenzione sui movimenti di bilancio. Sarà presieduto da Claudio Contini.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127