Varese | 9 Ottobre 2019

Lo spettacolo della Tre Valli Varesine vince ancora. Ora pronti per il centenario della corsa

Lo sbaglio di direzione a pochi km dalla fine taglia fuori molti big e la vittoria va a Roglic dopo una corsa molto combattuta. A Visconti il Trittico Lombardo 2019

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un finale che ha tenuto tutti con il fiato sospeso per l’edizione numero novantanove della Tre Valli Varesine. Nel corso dell’ultimo giro, infatti, il gruppo degli inseguitori del battistrada Luis Leon Sanchez è finito nella direzione sbagliata all’uscita di una rotonda. Tra questi Vincenzo Nibali e l’ex iridato Alejandro Valverde, che si sono trovati tagliati fuori dalla possibilità di lottare per la vittoria di una corsa che si è rivelata davvero entusiasmante sin dalle prime battute.

Da una Saronno piena di curiosi e appassionati sono partiti centocinquantatré corridori, tra i quali moltissimi nomi di spicco del panorama ciclistico internazionale. Oltre ai già citati Nibali e Valverde, infatti, erano presenti il neo campione del mondo, il danese Mads Pedersen, il vincitore del Giro d’Italia Richard Carapaz e quello della Vuelta a Espana, Primoz Roglic. Tra gli italiani, invece, Davide Formolo in maglia tricolore, Gianni Moscon, Sonny Colbrelli e Diego Ulissi. Assenti Ivan Santaromita e Edward Ravasi, la provincia di Varese è stata rappresentata in gruppo dall’australiano (ormai cantellese d’adozione) Simon Clarke.

Fin dai primi chilometri si è sviluppata una fuga di sei corridori tra cui quattro italiani (Ballerini, Marengo, Agnoli e Frapporti), mantenuta sempre sotto controllo dal gruppo nel corso dei giri nel circuito cittadino di Varese, pur perdendo elementi a mano a mano. L’ultimo a cedere è stato il comasco Ballerini, dopodiché è iniziata una serie di scatti e controscatti che hanno acceso ancora di più la corsa.

L’attacco di Sanchez ha preso il via nel primo dei due giri più lunghi, nei quali è stata aggiunto lo strappo di Bobbiate per dare ancora più mordente alla gara. Dopo l’incidente di percorso che ha causato la deviazione del gruppetto inseguitore con Nibali, la mossa dello spagnolo è stata infine neutralizzata da un altro gruppo comprendente Moscon, Visconti e Roglic. Proprio lo sloveno della Jumbo-Visma, fresco di vittoria al Giro dell’Emilia dello scorso sabato e trionfatore alla Vuelta, ha colto il momento giusto, staccando tutti gli avversari negli ultimi metri per tagliare in solitaria il traguardo di Via Sacco. Alle sue spalle si sono piazzati Giovanni Visconti e il vincitore della Tre Valli Varesine dello scorso anno, il lettone Toms Skujins.

Il siciliano della Neri-Selle Italia-KTM è stato premiato anche come vincitore dell’intero Trittico Lombardo, comprendente oltre alla Tre Valli anche la Coppa Agostoni e la Coppa Bernocchi, disputate lo scorso mese di settembre.

L’inserimento della classica varesina all’interno dell’ultima settimana del calendario ciclistico che si chiuderà sabato prossimo con il Giro di Lombardia, ha fatto crescere sempre di più la Tre Valli Varesine, attirando tanti grandi campioni delle due ruote e rendendola un appuntamento sportivo ormai imprescindibile per l’intero territorio.

Il centenario della manifestazione previsto per il 2020 sarà l’occasione per provare a realizzare qualcosa di ancora più spettacolare, con uno sguardo ancora più attento ad ogni aspetto organizzativo. Il sindaco di Varese Galimberti ha proposto a questo scopo la creazione di un comitato celebrativo, auspicando la collaborazione con le istituzioni e le varie realtà interessate e rinnovando l’intenzione di intervenire sulla struttura del velodromo cittadino.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127