Germignaga | 9 Ottobre 2019

Insieme per essere più forti: a Germignaga le storie di Daniele Cassioli e Andrea Rossi

In tanti ieri sera all’incontro “Spazio al Gesto!”, organizzato all'ex Colonia Elioterapica per parlare di solidarietà. Tante realtà del territorio protagoniste

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Si è tenuto ieri sera nella cornice dell’ex Colonia Elioterapica di Germignaga, l’incontro dal titolo “Spazio al Gesto!” organizzato dal Comune di Germignaga, in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Sestero e la Croce Rossa di Luino e Valli e la Banca del Tempo Luino.

La serata, moderata dal giornalista Roberto Bof, cofondatore di Sestero, che da anni si occupa di promozione dell’attività sportiva per persone con disabilità neuromotoria, intellettiva relazionale e sensoriale, ha avuto come protagonisti il campione di sci nautico Daniele Cassioli e il giovane luinese Andrea Rossi. Presenti all’incontro oltre al sindaco Marco Fazio, anche Piefrancesco Buchi, presidente del Comitato CRI Luino, e Rosaria Torri della Banca del Tempo Luino.

Lo scopo della serata, come sottolineato da Roberto Bof, è stato “Incontrarsi in amicizia per conoscersi e raccontare l’utilità delle realtà locali e le diverse storie, iniziative e attività innovative che si incrociano proprio su questo territorio”.

Questo perché, come ricordato da Bof, bastano piccole azioni ad innescare grandi atti di solidarietà e connessioni utili e fondamentali, portando appunto gli esempi dei due protagonisti. Daniele Cassioli, campione del mondo di sci nautico paralimpico, partendo infatti da una semplice chat di gruppo su WhatsApp è riuscito ad unire più di 200 famiglie di bambini ciechi, coinvolgendole in attività sportive ed educative, mentre Andrea Rossi è riuscito in poco più di un mese ad raccogliere intorno a sé tutta la comunità del suo paese e non solo, per aiutarlo nella sua lotta contro il cancro.

A prendere la parola è stato poi il giovane Andrea, che non ha nascosto la sua emozione e gratitudine per il supporto ricevuto da tutti i presenti alla serata e non solo: “Un mese fa tutto questo era inimmaginabile, al di là della raccolta fondi, anche il contesto di tutto questo è splendido: ora quando esco di casa e cammino per strada tutti vogliono sapere come sto, come va e se mi possono aiutare, faccio ancora fatica a crederci”.

Tra le varie realtà che continuano a sostenere la causa di Andrea, da sempre in prima linea c’è la Banca del Tempo di Luino, rappresentata da Rosaria Torri: “Al di là dell’aiutarsi – spiega -, regalando il proprio tempo e le proprie capacità, grazie alla nostra associazione nascono relazioni, cosa che riflette proprio il bello di quello che ha messo in moto Andrea: creare relazioni tra persone che magari prima di tutto questo non si conoscevano, ma si sentono unite in nome della solidarietà e dell’aiuto”.

La parola è poi passata all’altro protagonista della serata, Daniele Cassioli: “Il bello della vita è che quando c’è una difficoltà le persone riescono ad unirsi e fare rete: già sapere che non siamo soli ci rende più forti, e fare rete è quindi fondamentale”. Daniele, campione con alle spalle titoli nazionali e internazionali, è instancabilmente attivo in tema di promozione dello sport per bambini ciechi e ipovedenti in tutta Italia, e il suo team nonostante la sua assenza, ha fatto recentemente tappa anche a Luino nell’ambito dell’evento “Sport senza barriere”.

“Creare una cultura su questo tema è basilare: i ciechi ci sono anche se non lo si percepisce, bisogna solo dargli qualcosa di bello e divertente da fare per garantire una crescita culturale, spiegando che un cieco non è “malato”, ma vuole e soprattutto può fare attività come tutti gli altri”, ha raccontato Daniele. “Vorrei realizzare qualcosa che rimanga anche senza la mia presenza diretta, perché non deve servire necessariamente un valore aggiunto: la parola ‘inclusione’ oggi serve ancora, ma quello che sto facendo è per far sì che non sia più necessaria”.

Sul tema disabilità e inclusione è poi intervenuto Pierfrancesco Buchi, presidente del Comitato di Luino della CRI, raccontando le attività della sezione sul territorio: “Abbiamo iniziato recentemente a lavorare con i disabili, collaborando con l’Anffas, coinvolgendo i ragazzi nelle nostre attività quotidiane, dal preparare i pacchi conforto per le famiglie bisognose, al preparare materiali di soccorso, a lavare le ambulanze. Noi aiutiamo le persone, non siamo né santi né eroi, ma condividiamo l’idea della solidarietà che è quella che emerge proprio in questa serata”.

Il mese di settembre per noi è stato bellissimo e sono successe due cose importanti: prima di tutto Sport Senza Barriere ha dato un messaggio di inclusione fortissimo, noi di CRI con la maratona di massaggio cardiaco abbiamo visto la partecipazione di tantissime persone, compresi tanti ragazzi disabili, e poi abbiamo vissuto questa solidarietà per sostenere Andrea, mostrando di essere una comunità non solo nelle parole, ma anche nei fatti”, ha concluso Buchi.

A concludere la serata un video e un approfondimento finale sulle attività di Daniele Cassioli dedicate ai bambini ciechi e alla diffusione di una cultura inclusiva, seguiti da uno scambio di targhe, magliette e delle copie del libro di Daniele “Il vento contro”, per sigillare la collaborazione e la solidarietà tra le varie realtà presenti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127