EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Germignaga | 2 Ottobre 2019

Sicurezza stradale a Germignaga, “Chiediamo semafori intelligenti lungo la provinciale”

Il Comitato "Per via Bodmer più sicura" chiede due apparecchi per contrastare gli eccessi di velocità. Appello alle forze dell'ordine per maggiori controlli

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con l’assemblea di martedì 10 settembre, svoltasi presso la Colonia elioterapica di Germignaga, il Comitato “Per via Bodmer più sicura” ha iniziato ufficialmente il suo percorso finalizzato al raggiungimento di soluzioni che riguardano le problematiche della sicurezza stradale, in particolare di quel tratto di Strada provinciale 69 che attraversa il centro di Germignaga, e che prende il nome appunto di via Bodmer.

Un percorso, quello scelto dal Comitato, che gode della collaborazione del Comune di Germignaga, pronto ad avviare un confronto con la Provincia di Varese e in particolare con il consigliere con delega alla viabilità dell’ente, Marco Magrini.

“Tutti noi sappiamo che questo tema della sicurezza stradale presenta notevoli difficoltà – affermano dal Comitato – legate principalmente alle legge e circolari non chiare e contrastanti con cui le amministrazioni devono fare i conti, e con una burocrazia che spesso in Italia ingessa ogni iniziativa tendente a risolvere i problemi dei cittadini. Durante la prima assemblea abbiamo chiesto a tutti di studiare ed approfondire le problematiche della sicurezza al fine di creare una conoscenza e una consapevolezza comune che eviti proposte, considerazioni e comportamenti privi di fondamento operativo”.

Per fornire un contributo iniziale costruttivo, il Comitato ha inoltrato alla Provincia di Varese (Area 5 Viabilità), e per conoscenza al sindaco e alla polizia locale di Germignaga, una richiesta per l’installazione di due semafori in prossimità degli attraversamenti pedonali nei primi due tratti rettilinei in uscita da Germignaga, verso Porto Valtravaglia.

“E’ un primo atto – sottolineano ancora i membri del gruppo – con cui si chiede all’ente di autorizzare la sperimentazione di semafori intelligenti, ovvero dotati di sensori in grado di rilevare la velocità degli autoveicoli e commutare sul giallo e poi sul rosso il semaforo nel momento in cui gli autoveicoli sopraggiungono con velocità superiore ai limiti consentiti. Sono semafori già utilizzati in molti stati europei, e solo le lungaggini italiane ne ostacolano l’applicazione. I semafori saranno anche dotati di pulsanti di chiamata per i pedoni e di sensori per consentire le immissioni laterali”.

In attesa di risposte, il Comitato ha inviato una richiesta alla polizia stradale e ai carabinieri di Luino per intensificare i controlli su via Bodmer e su via Porto Valtravaglia. Una volta ottenuti riscontri, verrà organizzata un’assemblea presso la Colonia per discutere ed approfondire, insieme al sindaco e all’amministrazione, le problematiche aperte. Superata la prima fase organizzativa, il Comitato renderà note tutte le future iniziative.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127